Terry Gilliam e l'Immaginario a Perugia

Terry Gilliam ha aperto ieri al teatro Pavone di Perugia l’anteprima cinema dell’Immaginario Festival, la manifestazione nata dall’evoluzione di bATik film festival, che si terrà a Perugia dal 3 all’8 dicembre. Accolto da una folla di giovani, il regista ha presentato al pubblico umbro l'ultima sua opera, Parnassus – L'uomo che voleva ingannare il diavolo, e gli altri film in programma (Tideland, Storytime, The Miracle Of Flight). 
Gilliam, che in questo periodo ha soggiornato con la moglie nella sua casa in Umbria, ha parlato anche della sua prossima avventura nel mondo del cinema, The Man Who Killed Don Quixote – L’uomo che uccise Don Chisciotte: un progetto di film così ambizioso che sarebbe dovuto essere tra le più costose produzioni cinematografiche realizzate con fondi esclusivamente europei, rimasto incompiuto per molti anni e le cui riprese inizieranno presumibilmente in primavera in Spagna.
Gli avvocati francesi ci hanno restituito la sceneggiatura dopo 7 anni – ha detto Gilliam – e dopo averla riletta abbiamo deciso di riscriverla. Questa pausa è stata utile e sono ormai convinto che il nuovo film sarà migliore di quello che sarebbe uscito otto anni fa”.
Intervistato da Alessandro Riccini Ricci, direttore artistico dell’Immaginario festival, il regista ha poi ammesso che questo film rappresenta quasi un’ossessione. “Voglio portare avanti questo progetto proprio perché tutti mi dicono di non farlo”. Ed ha arginato la curiosità del pubblico e della stampa dicendo che finché non troverà i soldi per la produzione, non svelerà il nuovo cast, anche se dai comunicati delle agenzie si legge che il protagonista potrebbe essere un americano che ama il tango. Non resta insomma che aspettare di trovare i fondi perché il mistero che avvolge questo film venga svelato. Intanto, ciò che Gilliam ha rivelato chi certamente non farà parte del cast: non ci saranno Jonny Deep né Jean Rochefort.
La prima edizione di Immaginario Festival è dedicata ai 70 anni di Batman e ai miti del presente, passando dal cinema al fumetto, dai new media ai videogame, dalla street art alle serie tv alla pubblicità. Info: www.immaginariofestival.org.