"The Attack" vince il MedFilm Festival

The AttackSi è conclusa domenica 30 giugno la 19sima edizione del MedFilm Festival, diretto da Ginella Vocca. A vincere il Premio Amore e Psiche per il Concorso ufficiale The Attack di Ziad Doueiri con Ali Suliman protagonista. La giuria, composta dalla critica Fulvia Caprara, lo sceneggiatore Franco Bernini, l'attrice Anita Kravos e il critico Giona A. Nazzaro, ha motivato la scelta così: "Con occhio attento e partecipe il film traccia la parabola di un percorso iniziatico che si inoltra nel cuore di tenebra delle aporie del conflitto arabo/israeliano. Attraverso una scansione narrativa solida ma articolata, il film affronta il nodo di scelte esistenziali estreme interrogandosi sui motivi che le governano e sulle ragioni di tutte le parti in causa. Il protagonista, interpretato con grande maestria da Ali Suliman, si muove con straordinaria intensità alla ricerca dei perché del gesto sconcertante della moglie, inconsueto per una donna e proprio per questo mediaticamente più incisivo. The attack è anche la storia di un amore spezzato come sono spezzati finora i legami tra le due comunità".

Menzione speciale a Coming Forth by Day di Hala Lofty mentre il premio per l'espressione artistica va alla regista Djamila Sahraoui per Yema.

Il concorso Open Eyes, dedicato ai documentari, è stato invece vinto da Art/Violence di Batoul Taleb, Mariam Abu-Khaled e Udi Aloni. La giuria, composta dalla giornalista Cristina Piccino, dalla scrittrice e sceneggiatrice Mariolina Venezia e dal regista Rachid Benhadj, ha conferito una menzione speciale a Babylon di Ismael Chebbi, Youssef Chebbi e Ala Eddine Slim e a Vers Madrid di Sylvain George.  (e.s.)