The Naked Mountain, di Alex Txikon

Quel 26 febbraio 2016 è stata scalata la montagna più bella del pianeta secondo Alex Txikon. Questo documentario racconta l’impresa della scalata del Nanga Parbat.

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

Oltre un secolo fa, nel 1895, Alfred Mummery tentò di scalare il Nanga Parbat. La prima salita fu fatta da Hermann Buhl nel 1953. Alex Txikon, insieme ad Ali Sadpara e Simone Moro, è riuscito a raggiungere la cima del Nanga Parbat nel 2016, in inverno, segnando una pietra miliare nella storia dell’alpinismo. Amante della montagna fin da piccolo, Alex Txikon ha partecipato a quasi 30 spedizioni e coronato 10 delle 14 vette più alte del mondo. Nel 2005 entra a far parte del team del programma televisivo ‘Al Filo De Lo Imposible’ per il quale ha lavorato come cameraman d’alta quota. Nel 2011 intraprende le spedizioni invernali per le quali oggi è particolarmente conosciuto.

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

The Naked Mountain è un documentario realizzato dal documentarista-alpinista che si racconta attraverso una sorta di intervista in cui una voce femminile, probabilmente la voce di una giornalista, si lascia trasportare dalle immagini sulla spedizione, facendo rispondere direttamente su quelle stesse immagini al protagonista assoluto. Non manca ovviamente tutta la filosofia sul concetto di squadra che supera quello sull’individualismo e sull’incapacità di gestire lo stress della competitività, proprio quello che è successo a Daniele Nardi, morto in una spedizione del 2019 sempre sulla Montagna Nuda in Pakistan. 8126 metri con il secondo tasso di mortalità più alto, dopo Annapurna in Nepal.

Senza dubbio la spettacolarità del materiale girato non può lasciare impassibili e certamente può trovare l’interesse non soltanto degli appassionati della montagna. Quel 26 febbraio 2016 è stata scalata la montagna più bella del pianeta secondo Alex Txikon, ma su un Ottomila occorre ragionare con lucidità se si vuole tornare a casa. E si deve venire a patti con i fallimenti, le rinunce, e la perdita di amici e compagni. Muoversi su un filo teso tra razionalità e passione, da cui dipende la propria vita. La montagna ha sempre due facce, soprattutto quando è nuda. Da dove ci viene la voglia di scalare la cima di una montagna? Cosa speriamo di trovare lassù? In questo doc vengono fuori alcune delle esperienze, delle sensazioni e delle emozioni estreme vissute in montagna.

Non è il primo lavoro sull’argomento, anzi negli ultimi anni sono state realizzate diverse opere sull’ossessiva tentazione di conquistare il punto più alto. Bisogna essere grati di aver qualcosa che rende felici e che dà un senso alla propria esistenza, grati per certi panorami ineguagliabili, grati per aver avuto la sensazione di essere astronauti che camminano sulla superficie lunare, grati per aver avuto un compagno che si sia lasciato coinvolgere in una propria avventura.

 

Titolo originale: La montaňa desnuda
Regia: Alex Txikon
Interpreti: Alex Txikon, Daniele Nardi, Ali Sapdara, Simone Moro
Distribuzione: Mescalito Film
Durata: 70’
Origine: Spagna 2020

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.2
Sending
Il voto dei lettori
2.6 (5 voti)
--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative