TORONTO 37 – Tutti i premi

Si chiude il 37°Toronto International Film Festival, edizione che ha visto in programma titoli molto attesi come gli ultimi di Derek Cianfrance, Laurent Cantet, Constantin Costa-Gavras, Rob Zombie, con l'assegnazione dei premi:

37° TORONTO International Film Festival 37 - tutti i premiConquista il People’s Choice Award Silver Linings Playbook di David O'Russell, tratto dal romanzo di Matthew Quick L'orlo argenteo delle nuvole; lo stesso premio riservato ai documentari va a Artifact di Bartholomew Cubbins, dedicato al tema dell'indipendenza etica e economica delle band musicali, con protagonista l'attore Jared Leto e la sua band Thirty Seconds to Mars (video della première).

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Nella sezione Midnight Madness il trofeo va a Seven Psychopaths di Martin McDonagh, dark comedy interpretata da un grande cast che comprende Christopher Walken, Colin Farrell (trailer, poster e foto).

Il miglior film canadese è di Laurence Anyways, terzo film del giovane Xavier Dolan (trailer e foto). Nella stessa categoria, vincono come miglior esordio l'interessante Blackbird di Jason Buxton, sguardo sulla cultura della paura sorta sulla scia di stragi scolastiche come quella di Columbine (e come quella di Montréal, raccontata da Denis Villeneuve nel bellissimo Polytechnique) e Antiviral di Brandon Cronenberg.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

In the House, ovvero Dans la Maison di François Ozon, vince il premio per il miglior film della sezione Special Presentation. Nella sezione Discovery Programme vince Call Girl, esordio alla regia di Mikael Marcimain, un poliziesco basato su uno scandalo a base di prostituzione che minacciò di rovesciare il governo svedese nel 1970 (trailer).

Infine, il premio per il miglior cortometraggio va a Keep A Modest Head di Deco Dawson, biografia del surrealista Jean Benoît, con una menzione speciale per Crackin’s Down Hard di Mike Clattenburg, già creatore della serie tv mockumentary Trailer Park Boys.