Trieste Film Festival 33: I vincitori

Întregalde, di Radu Muntean e Tvornice Radnicima, di Srđan Kovačević, Dal Pianeta Degli Umani, di Giovanni Cioni. Tutti i vincitori dei premi assegnati dalle giurie del Trieste Film Festival 33

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

Sono stati annunciati i vincitori della trentatreesima edizione del Trieste film Festival, in presenza dal 21 al 30 gennaio ma fruibile anche online dal 26 fino al 30 gennaio. Arrivati a metà della manifestazione, la giuria del principale appuntamento italiano sul cinema dell’Europa centro orientale ha decretato i vincitori tra i film presentati nelle sezioni del festival.

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

Cominciando dal prestigioso Premio Trieste assegnato dalla giuria al miglior lungometraggio in concorso, il vincitore– all’unanimità – è il film rumeno Întregalde, di Radu Muntean. L’opera di Muntean, secondo la giuria composta da Edvinas Pukšta, Dubravka Lakić, Emanuela Martini, è caratterizzata da brillanti cambi di marcia atti ad esprimere generi e stati d’animo divergenti, fondendo in modo convincente attori professionisti e indimenticabili dilettanti locali e guidandoci nervosamente verso una destinazione sorprendente di genuina tranquillità.

Sempre all’interno del Concorso internazionale Lungometraggi, la giuria ha voluto attribuire, inoltre, due menzioni speciali ai meritevoli Kelti, di Milica Tomović per la sua capacità di raccontare tutto un mondo attraverso un solo gruppo di famigliari e amici e a Strahinja Banović, di Stefan Arsenijević per l’umanità dimostrata dalla storia e per il linguaggio fortemente cinematografico con cui il regista la racconta.

Il Premio Alpe Adria Cinema, assegnato al miglior documentario in concorso, è stato assegnato al film croato Tvornice Radnicima, di Srđan Kovačević. Un film in grado di descrivere con la potenza delle sue immagini e il suo enorme impegno, la lotta operaia dei nostri giorni. La giuria, presieduta da Marta Popivoda, Nino Kirtadze, Gianfranco Pannone conclude la motivazione del premio così: “il film ci mostra quanto sia complesso costruire e sostenere un’utopia socialista nell’oceano del capitalismo. La fabbrica agli operai!”

Per quanto riguarda le menzioni speciali i film individuato dalla giuria proviene dalla Polonia. Si tratta di Film Balconowy, di Paweł Łoziński. Un’opera che riesce a regalare allo spettatore un grande senso di empatia e voglia di relazione umana nonostante l’impossibilità temporanea di contatti durante la pandemia. La prospettiva di questo incontro è quella del balcone di un primo piano in un palazzo qualsiasi di un quartiere residenziale a Varsavia. Un film che ritrova la dimensione dell’umano e che ci fa bene.

Passando al Premio Fondazione Osiride Brovedani dedicato al miglior cortometraggio in concorso, la vittoria è del film proveniente dal Kosovo Pa Vend, di Samir Karahoda. Un’ opera dove documentario e finzione si intrecciano creando richiami allegorici apparentemente impossibili come quello tra un tavolo da ping-pong e la condizione politica nazionale. Un corto che ha convinto la giuria, composta da Špela Čadež, Gerald Weber e Wim Vanacker, in virtù della correttezza delle sue scelte formali, con inquadrature singolari, uno sguardo concentrato e ritmo preciso

I film dei tre concorsi sono stati “giudicati” anche dal pubblico e con il loro voto hanno decretato i vincitori dei Premi del Pubblico:

Miglior Lungometraggio: Mrak, di Dušan Milić

Miglior Documentario: Film Balconowy, di Paweł Łoziński

Miglior Cortometraggio: Big, di Daniele Pini

Infine, sono stati assegnati i seguenti premi in collaborazione con i partners del festival .

Il Premio Corso Salani 2022 al miglior film della sezione va a Dal Pianeta Degli Umani, di Giovanni Cioni. Mentre una menzione speciale è stata riservata al film Viaggio Nel Crepuscolo, di Augusto Contento.

Il premio Audentia EurimagesConsiglio d’Europa è stato assegnato alla produzione bulgaro-francofona Women Do Cry, di Mina Mileva e Vesela Kazakova.

 Il Premio SkyArte assegnato dal canale Sky Arte HD è stato attribuito a Milan Kundera: From The Joke To Insignificance, di Miloslav Šmídmajer. Film proveniente dalla Repubblica Ceca che presto sta sarà acquisito e distribuito dalla stessa Sky Arte.

Il Premio Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa al miglior documentario in concorso va a Looking For Horses, di Stefan Pavlović. Un documentario girato in Bosnia che analizza i temi della comunicazione e del trauma.

Per il Premio CEI (Central European Initiative), assegnato al film che meglio interpreta la realtà contemporanea e il dialogo tra le culture, il film vincitore è Kelti, di Milica Tomović che realizza un’opera prima dallo sguardo maturo, lucido e pieno di ironia.

Passando al Premio Cineuropa per il miglior lungometraggio in concorso troviamo come film vincitore Në Kërkim Të Venerës, di Norika Sefa. Film macedone che ha colpito in particolare per le sue spiccate qualità cinematografiche.

Il Premio Giuria PAGProgetto Area Giovani del Comune di Trieste per il miglior cortometraggio in concorso è stato assegnato dalla giovane giuria a Samogłów, di Jakub Prysak. La stessa giuria ha poi assegnato una menzione speciale anche a Big, di Daniele Pini.

Il Premio Eastern Star 2022 che riconosce una personalità del mondo del cinema che con il suo lavoro ha contribuito, proprio come il Trieste Film Festival, a gettare un ponte tra l’Europa dell’est e dell’ovest, va a Kornél Mundruczó e Kata Wéber.

Infine, il Premio Cinema Warrior 2022 che riconosce l’ostinazione, il sacrificio di coloro che lavorano, nell’ambito di associazioni o festival, dietro le quinte per il Cinema, va Luciana Castellina

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative