Un caro addio ad Alain Resnais

Se ne va un pezzo di Storia del Cinema. Muore all'età di 91 anni Alain Resnais: regista e teorico francese, uno dei padri della cosiddetta Rive Gauche che aprì la strada alla Nouvelle Vague (celeberrimo il concorso di Cannes del 1959, con il suo capolavoro Hiroshima mon amour e I 400 colpi di Truffaut) e a tutto il cinema moderno.

Autore cerebrale e umanissimo nel contempo, capace in più di 50 anni di carriera di sperimentare un cinema liberissimo e orgogliosamente autoriale, che spazia costantemente dalle cicatrici della Storia a quelle dell'intimità dell'animo umano. Sino ad arrivare al sublime ultimo decennio, costellato da un amore folle per il cinema.

Vincitore di due Leoni d'oro a Venezia: per L'anno scorso a Marienbad nel 1961, e poi per la carriera nel 1995. (p.m.)