UNKNOWN PLEASURES (10) – Sulla strada con David Gordon Green

omaggio a david gordon greenUnknown Pleasures continua il suo viaggio alla scoperta dei nuovi autori del panorama internazionale…




Dopo Sarah Polley è la volta di David Gordon Green, regista e sceneggiatore cresciuto fra Arkansas e Texas, autore del piccolo cult George Washington, che nel 2000 vinse come Miglior Film sia al Festival di Toronto sia a quello di Torino.



Dopo questa piccola storia indiscutibilmente indie, la sua strada incontra quella dei membri del cossiddetto Frat Pack, nuovi volti della comicità americana riconducibili per lo più alla factory creata da Judd Apatow.

Dirige allora Strafumati (Pineapple Express) con Seth Rogen e James Franco e Lo spaventapassere (The Sitter) con Jonah Hill. Film coi quali Green viene a posizionarsi tra gli autori di commedia sentimental/demenziale più interessanti in circolazione, segnando traiettorie di libera improvvisazione, di spontanea comicità, rifiutando il taglio di scena, perseguendo in ogni momento un riavvolgimento, auspicando per ogni battuta una riscrittura.

Del 2013 è invece Prince Avalanche in cui il cineasta ritrova lo spirito indie delle sue origini dopo le esperienze hollywoodiane. Prince Avalanche rinnova la storia vecchia dei due opposti che si incontrano. Il remake americano dell'islandese Either Way fa del paesaggio di una foresta texana, devastata da una serie di incendi, l'orizzonte per la relazione beckettiana tra Paul Rudd e Emile Hirsch, per la loro difficile ma positiva convivenza e per una rinascita inattesa.

Con introduzione a cura di SERGIO SOZZO

INGRESSO LIBERO
VENERDI 21 FEBBRAIO ORE 20.30
VIA CARLO BOTTA 19 ROMA