Venezia 66: restauro de I MAGLIARI

Il progetto 100 + 1. Cento film e un paese, l?Italia., lanciato nel 2006 con un manifesto presentato dalle Giornate degli Autori di Venezia
esordisce con il primo titolo, I magliari, di Francesco Rosi che inaugura la collana omonima di pubblicazioni che saranno tutte
edite da Cineteca di Bologna. Il film, restaurato dal Laboratorio L'Immagine Ritrovata-Cineteca di Bologna, sarà presentato nell'ambito delle Giornate degli Autori giovedì 10 settembre, alle ore 22, nella Sala Perla 2.

Il restauro de I magliari è stato realizzato dalla Cineteca del Comune di Bologna e dal Museo Nazionale del Cinema di Torino a partire dai negativi originali depositati dalla casa di produzione Titanus presso la Cineteca del Comune di Bologna.
Il restauro è stato eseguito dal laboratorio L'Immagine Ritrovata nel 2009 utilizzando tecnologie analogiche per le lavorazioni sull'immagine e digitali per quelle sul suono.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
In particolare il lavoro di stampa ha teso a ricercare la definizione e le sfumature del lavoro fotografico di Gianni Di Venanzo che, pur traendo spunto per questo film dalle atmosfere del cinema noir americano degli anni Cinquanta, aveva già una profonda sensibilità verso la sperimentazione fotografica propria della Nouvelle Vague e di un cinema moderno, capace di girare in studio, ma anche in grado di usare al meglio la ricchezza, anche luministica delle riprese dal vero. Il lavoro digitale sulla colonna sonora riesce a valorizzare in
particolare la ricchissima colonna sonora di Piero Piccioni che contiene molti trai brani più significativi della musica leggera italiana di
quella stagione.