VENEZIA 69 – "Volevo fare un film sulla musica, ma anche il ritratto di un uomo". Incontro con Jonathan Demme ed Enzo Avitabile

enzo avitabile e jonathan demmeSi tratta di un altro film documentario sulla musica, dopo i tre dedicati a Neil Young. Da dove nasce l'idea di fare un film su Enzo Avitabile?

Demme: Si è trattato di una situazione unica. Alcuni anni fa ero in macchina ad ascoltare la mia stazione radiofonica preferita, la NPR. La trasmissione si chiama New Sounds. A un certo punto lo speker annunciò un nuovo brano proveniente da Napoli. Era la musica di Enzo Avitabile. Immediatamente mi innamorai della sua voce e cominciai ad essere ossessionato dalla sua musica. Quando un anno dopo venni invitato al Napoli Film Festival, incontrai Enzo e gradualmente decisi con lui di fare un film. Volevo fare un film sulla musica ma anche il ritratto di un uomo.

Cosa ha colpito entrambi l'uno dell'altro?

Avitabile: Da sempre ho cercato di fare una musica che fosse mia personale. Devo ricordare che tra le fonti non musicali del mio lavoro c'è sicuramente Carmelo Bene. Comunque Jonathan è un genio perchè mi ha fatto fare un film senza che me ne accorgessi. Il suo contributo è stato enorme. Lui ha tirato fuori alcune mie partiture semidimenitcate o poco conosciute e gli sarò eternamente grato.

Demme: Tra le cose di cui discutemmo e che più mi hanno colpito c'è il concetto di migrazioni. Enzo mi parlò del fatto che negli artisti non c'è una limitazione spaziale, di confini. La musica supera i confini nazionali.

Ci può parlare della scena in cui suona il sassofono? Ci è sembrata particolarmente intensa e ci sembra racconti molto del suo rapporto con Napoli.

Avitabile: Mi piaceva ritornare nell' Isolato 3. In questo c'è un mio personale messaggio. I giovani devono capire che sotto il cemento ci sono tante pagine di storia. Non è solo la terra di Scampia. Attraverso la mia vita i giovani possono credere nel sogno e nell'arte.

Come si è trovato a girare a Napoli?

Demme: Conoscevo Napoli da turista e successivamente in quanto ospite del Napoli Film Festival. Visto che il nostro film doveva essere anche un film su Napoli, ho pensato di creare un filo diretto tra Enzo e Napoli. Quella che vediamo è la Napoli di Enzo Avitabile, ma è anche la Napoli che io, oggi, vorrei vedere e visitare.

Da dove nasce il titolo?

Demme: In sala montaggio a New York. all'inizio il mio titolo era semplicemente "Enzo Avitabile".  Poi abbiamo riflettuto sul fatto che in realtà il film era sulla vita musicale di Enzo e alla fine, parlando anche con i produttori, abbiamo deciso all'unanimità per Enzo Avitabile Music Life.