VENEZIA 70 – "Hayao Miyazaki si ritira". Incontro con Koji Hoshino e Miori Takimoto

conferenza stampa the wind rises
Il presidente dello Studio Ghibli Koji Hoshino e l’attrice Miori Takimoto presentano a Venezia Kaze Tachinu (The Wind Rises), l’ultima opera di Hayao Miyazaki. ? Il maestro dell’animazione, che non è potuto intervenire alla manifestazione, saluta l’Italia e il lido di Venezia con le parole di Koji Hoshino e annuncia il suo ritiro.?

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
Il presidente dello Studio Ghibli Koji Hoshino e l’attrice Miori Takimoto presentano a Venezia Kaze Tachinu (The Wind Rises), l’ultima opera di Hayao Miyazaki. Il maestro dell’animazione, che non è potuto intervenire alla manifestazione, saluta l’Italia e il lido di Venezia con le parole di Koji Hoshino e annuncia il suo ritiro.
 

Questo film è molto più realistico rispetto ai precedenti perché tratta di personaggi realmente esistiti e di eventi storici precisi, come il terremoto e la guerra. Come ha accolto il pubblico giapponese questa scelta?

Koji Hoshino: A due anni dall’uscita di Ponyo sulla scogliera, che ha visto la luce nel 2008, Miyazaki ha iniziato a documentarsi e a fare ricerche sul personaggio di Jiro Horikoshi e sulla storia del Giappone. Nonostante la perplessità iniziare nel trattare una storia così inadatta ai bambini, che sono i principali fruitori dei film d’animazione, il produttore ha insistito perché Miyazaki la realizzasse. La sfida non era riprodurre tutti gli eventi storici, ma solo quelli che hanno coinvolto Jiro Horikoshi, e metterli sullo sfondo della storia d'amore con Naoko. In Giappone il film ha avuto un enorme successo, molti hanno detto che aveva un sapore diverso rispetto ai precedenti ma che erano profondamente commossi dalla storia.
 

---------------------------------------------------------------
BORSE DI STUDIO IN SCENEGGIATURA, CRITICA, FILMMAKING – SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI


---------------------------------------------------------------

Kaze Tachinu è la storia di un uomo che ha creato un aeroplano destinato ad essere usato in guerra e questo è un soggetto difficile da comprendere per le nuove generazioni. Qual è il tipo di pubblico a cui il film è indirizzato?

Koji Hoshino: Il pubblico di Miyazaki comprende tutti coloro che si approcciano ai suoi film. Tutti i giapponesi, anche oggi, sanno cosa è successo nel passato e tutti sanno che il problema della recessione e gli eventi catastrofici come il terremoto appartengono al presente oltre che al passato. Quindi si tratta di un film che attraversa passato e presente ed è dedicato in particolar modo ai giovani che devono affrontare presente e futuro.
 

La scelta dei doppiatori è fondamentale per riprodurre lo spirito dei personaggi e in questo caso, venendo da un’epoca storica lontana, la difficoltà era ancora maggiore. Come ha affrontato questa esperienza?

Miori Takimoto: Miyazaki è conosciuto in tutto il mondo e mi ha fatto un enorme piacere conoscerlo e avere l’onore di dare la mia voce a Naoko. Questi personaggi rispecchiano personalità forti e coraggiose, disposte a dare la vita per realizzare i propri sogni, quindi ho cercato di dare questo sapore e quest’anima a Naoko. Prima di iniziare a lavorare con Miyazaki temevo di non essere all’altezza del ruolo perché non avevo ancora visto le immagini e Myhazaki cercava una voce diversa per Naoko, poi una volta iniziate le prove Miyazaki mi ha riconosciuta come Naoko e la mia voce è diventata la sua. Da quando ho letto il copione ho capito che era un’epoca difficile in cui tutti quanti cercavano di vivere al massimo. Ho percepito subito la forza di Naoko e al suo posto non sarei riuscita a fare la stessa cosa. Pur essendo malata non era triste, voleva solo avere il meglio dal tempo che poteva trascorrere con Jiro.
 

Nel film si dice che a ogni uomo è concesso solo un decennio di creatività e che deve viverlo al massimo delle proprie forze. Vale anche per Miyazaki?

Koji Hoshino: Da Howl a quest’ultimo film sono passati circa dieci anni, ma sembra che per lui la fonte creativa sia inesauribile. Tuttavia devo fare un annuncio: Miyazaki ha deciso di ritirarsi dal mondo dell’animazione. La prossima settimana farà una conferenza stampa ufficiale a Tokyo in cui rivelerà ulteriori particolari sulla sua scelta.

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative