VENEZIA 71: primi rumors sui registi

Il Giovane Favoloso di Mario MartoneLa presentazione ufficiale del programma di Venezia 71 si terrà a Roma il prossimo 24 luglio.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Nel frattempo trapelano indiscrezioni con i nomi dei probabili partecipanti. Due titoli sono dati quasi praticamente per certi: Il giovane favoloso di Mario Martone sulla vita di Giacomo Leopardi, interpretato da Elio Germano e il film su Pier Paolo Pasolini di Abel Ferrara, girato interamente a Roma, che intercorre a 40 anni dall'omicidio e che ha come interprete principale Williem Dafoe. Il cast è completato da Riccardo Scamarcio nel ruolo di Pino Pelosi, tra gli altri Valerio Mastandrea, Maria de Medeiros, Giada Colagrande.

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Ulteriori voci danno come terzo probabile titolo del concorso ufficiale Anime nere di Francesco Munzi. Liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Gioacchino Criaco, racconta una storia familiare potente come una tragedia greca ambientata nell'Aspromonte e nella Locride.

Compare anche il nome di Ermanno Olmi con il suo Torneranno i prati incentrato sulla Prima Guerra mondiale, tutto girato tra i monti dell'Altopiano tra Asiago e Bassano Del Grappa (terra cara al regista) dove è stata ricostruita un'intera trincea sul modello di quelle vere. Tra gli attori Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti e altri alla prima esperienza. Il film però potrebbe essere coinvolto nel centenario della Grande Guerra (novembre 2014).

 

Le Giornate degli Autori si è assicurata, come evento speciale, The Lack dei Masbedo – protagonisti di spicco dell'arte visuale e della ricerca sull'immagine in movimento. Tra gli altri titoli potrebbero esserci I nostri ragazzi di Ivano De Matteo, interpretato da due coppie Alessandro Gassman, Giovanna Mezzogiorno, Luigi Lo Cascio e Barbora Bobulova.

La madrina del festival sarà Luisa Ranieri, mentre Alice Rohrwacher, reduce dal Gran Premio della giuria a Cannes per Le meraviglie, presiederà quella per l'Opera prima. (m.t.s.)