#Venezia74 – “Manhunt è un ritorno alle origini”, incontro con John Woo

Dopo il Leone d’Oro alla carriera del 2010 torna al Lido John Woo per presentare il suo atteso Manhunt. Un dichiarato ritorno ai suoi esordi, tra pistole e action purissima, ma anche con qualcosa di nuovo: “in effetti è la prima volta che faccio un film con donne killer protagoniste. Di solito sono associato ai generi action e gangster declinati al maschile, ma questa volta volevo dimostrare di saper fare un film al femminile. Ringrazio di cuore le attrici che hanno lavorato con molta passione ai loro personaggi“.

Manhunt è il remake di un classico giapponese del 1976, adattamento del romanzo di Juko Nishimura e interpretato tra gli altri da Ken Takakura. E proprio all’attore giapponesse, da poco scomparso, è dedicato il film: “Takakura è il mio eroe da quando vidi alla metà degli anni ’60 un film di gangster che lo vedeva protagonista. Non ricordo esattamente il titolo, ma da allora lui divenne il mio attore preferito, l’ho visto in decine di film. Dopo la sua morte, allora, ho subito pensato di onorarlo rigirando uno dei suoi film. Mi è stata data l’opportunità di fare questo Manhunt, ne solo felicissimo, è stata un’esperienza bellissima“.

Girare in Giappone, per John Woo, è statomolto gratificante, ci siamo trovati benissimo e abbiamo avuto tutta la collaborazione necessaria. Forse solo nelle scene di inseguimento in macchina è stato un po’ più complesso, per via del traffico a tutte le ore. Ma anche in quei casi abbiamo sempre avuto il supporto delle autorità locali che hanno trovato soluzioni alternative. Mi ricordo soprattutto la gente che ci ha sempre trattato benissimo e i tanti volontari che si sono offerti some comparse, ci hanno dato una mano fondamentale“. Un film che fa tornare Woo ai suoi territori più familiari, con il ricordo che arrriva inevitabilmente ad A Better Tomorrow: “sono stato contentissimo di tornare al mio genere preferito, abbiamo finito di montare il film pochi giorni fa, ringrazio Venezia per averci accolti qui al festival“.