"Vieni via con me", di Carlo Ventura

“Vieni via con me” è un film che sta a metà tra “I Soprano” e i telefilm americani di satira familiare degli anni '90, capace di produrre gag sconclusionate che lo fanno diventare a poco a poco una brutta mutazione di una storia alla John Fante.

I principali fautori della realizzazione artistica di Ferzan Ozpetek – Gianni Romoli e Tilde Corsi – finanziano coraggiosamente un film che dovrebbe avere il sapore nuovo e graffiante di un'opera prima, ma nello stesso tempo la concretezza di una regia – o almeno di una sceneggiatura –  costruita strizzando l'occhio ai gusti del pubblico, da vecchie volpi del mestiere. Invece Vieni via con me, che apertamente insegue il successo di altre celebri commedie interrazziali che da alcuni anni sono costantemente premiate dal box office, ha nella sola Mariangela Melato il suo massimo picco. Come se la bravissima interprete, appunto da "vecchia volpe del mestiere", abbia preso sulle sue delicate spalle l'intero apparato recitativo della pellicola ed abbia fatto da vettore per l'intero cast composto da giovanissimi; tutto ciò calandosi benissimo nel suo personaggio di mater familias e riuscendo miracolosamente ad evitare i mille buchi di uno script che si nutre esclusivamente di stereotipi – figure retoriche utilizzate qua e là ad uso e consumo di un gruppuscolo di istrioni tra cui spunta una televisiva iena– e materiale narrativo di seconda scelta.      

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Maria vive insieme ai suoi figli in una città di periferia nello stato di New York. Per lei la vita è difficile, sempre alle prese con i debosciati figli che preferiscono invischiarsi in loschi affari con la malavita locale anziché lavorare onestamente. Tra un'incomprensione e l'altra, Maria sarà l'unica in grado di sventare i più azzardati colpi dei figli e nello stesso tempo a porre rimedio ad una sorta di lotta fratricida che sta per scatenarsi all'interno della famiglia…

Vieni via con me è un film che sta a metà tra I Soprano e i telefilm americani di satira familiare degli anni '90, capace di produrre gag sconclusionate che lo fanno diventare a poco a poco una brutta mutazione di una storia alla John Fante, una farsa in stile italo americano che non convince.           

Regia: Carlo Ventura


Interpreti: Mariangela Melato, Dino Nole, Marta Mondelli, Enrico Lucci, Vincenzo Scalise, Daniele Passaro, Adam Kaufman.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Distribuzione: Medusa Film


Durata: 96'

Origine: Italia, 2005.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8