Visionaria 2010

Pupi Avati e Isa Barzizza a Visionaria 2010
Diciotto i cortometraggi in concorso per il Premio Gran Visionario, nella cui giuria presieduta da Pupi Avati, ci sarà, oltre a Isa Barsizza, anche Marco Giusti, critico ed esperto di cinema e autore di Blob, Stracult e molto altri programmi su RaiTre. Una sezione speciale dedicata alla Video Art con una mostra dedicata alle dieci opere in gara. Torna inoltre FuoriClasse, appuntamento dedicato alle scuole
 
 
Il regista e sceneggiatore Pupi Avati sarà l’ospite d’eccezione della XIX edizione del Videofestival Internazionale del Cortometraggio Visionaria 2010, in programma a Piombino dal 16 al 23 ottobre. La rassegna promossa dall'associazione culturale Visionaria con il contributo del Comune di Piombino, Provincia di Livorno, Galsi e Unicredit, aprirà i battenti con un’appassionata retrospettiva dedicata ai suoi film più belli. Dieci pellicole che hanno segnato la storia del cinema italiano: da “Tutti defunti… tranne i morti” (1977) a “Il papà di Giovanna” (2008) passando per gli indimenticabili “Bix” (1991) e “Ma quando arrivano le ragazze” (2005).
Con Avati ci sarà anche Isa Barzizza, volto storico del cinema e del teatro italiano, attrice straordinaria e indimenticabile in alcune interpretazioni accanto a Totò, il principe della risata con cui debuttò al cinema nel film “I due orfanelli”del 1947 e realizzò ben 11 film.
Pupi Avati che nella serata conclusiva del festival, il 23 ottobre, incontrerà il pubblico dopo la proiezione del suo ultimo film “Una sconfinata giovinezza”, sarà anche il Presidente della Giuria del Premio Gran Visionario, per il quale come nella tradizione di Visionaria, concorreranno i cortometraggi che hanno superato la selezione. Sono diciotto e provengono da tutto il mondo, a giudicarli sarà una giuria composta da numerosi esperti tra cui Isa Barzizza e Marco Giusti, critico cinematografico, autore televisivo, regista e studioso di cinema italiano tra i cui successi ci sono la trasmissione Blob (RaiTre) e l’indimenticabile Carosello. E’ autore di numerosi saggi tra cui quelli dedicati a Roberto Benigni e Totò. Completano la giuria i critici e saggisti Fabio Canessa e Francesca Lenzi.
Al concorso poi si affiancano tanti eventi collaterali, a partire dalla sezione speciale del festival dedicata alla Video Art a cui è collegata una particolarissima mostra che, dal 16 al 23 ottobre esporrà presso la “Galleria Agorà” di Piombino, le opere in concorso. Anche quest’anno, inoltre, Visionaria dedica parte della rassegna ai giovani, con il tradizionale appuntamento del Premio FuoriClasse con gli studenti delle scuole e con il Corso di introduzione al Linguaggio Cinematografico, tenuto dal critico cinematografico Franco Vigni. La novità di quest’anno, infine, è l’introduzione di una serata dedicata alla musica, di cui sarà protagonista anche la danza, con l’esibizione di alcune scuole di danza di Piombino, selezionate da Duccio Barlucchi.
 
Nel segno di Pupi Avati – Retrospettiva
16 – 17 – 18 –  19 ottobre presso la Saletta Rossa
Nel corso della rassegna, saranno proiettate dieci pellicole firmate da Pupi Avati che hanno segnato la storia del cinema italiano: “Tutti defunti… tranne i morti” (1977), “La casa dalle finestre che ridono”(1976), “Le strelle nel fosso” (1979), “Regalo di Natale”(1986), ”Bix” (1991), “Magnificat” (1993), “La via degli angeli”(1999), ”Ma quando arrivano le ragazze (2005), “Il papà di Giovanna” (2008). Nell’ultima serata, il 23 ottobre, sarà proiettato anche l’ultimo film di Pupi Avati “Una sconfinata giovinezza” alla presenza del regista.
 
Premio Gran Visionario – Il festival di corti
20 – 21- 22 ottobre presso il cinema Metropolitan
Sono diciotto le opere selezionate per il concorso, tra di esse c’è quella a cui la giuria presieduta da Pupi Avati assegnerà il Premio Gran Visionario. Ecco i titoli delle opere provenienti da tutto il mondo: “About love – Sull'amore” di Giacomo Agnetti  (Italia 2008), “Ai lov itali” di Emiliano Cribari (Italia 2009), “Aprillis Sushki – Freddo d'aprile” di Tornike Bziava (Georgia 2010), “Cigarette Candy – Sigaretta Candy” di Lauren Wolkstein (Usa 2009), “Einen Schritt weiter – Un passo ulteriore” di Robert Kellner (Germania 2009), “El cortejo – Il corteo” di Marina Seresesky (Spagna 2010), “In Scale – In Scala” di Marina Moshkova (Russia 2009), “Jesusito de mi vida – Caro bambino Gesù” di Jesùs Perez – Miranda  (Spagna 2009), “L'arbitro” di Paolo Zucca  (Italia 2009), “La Autoridad – L'Autorità” di Xavi Sala (Spagna 2010), “Le Bessones del Carrer de Ponent – Le gemelle di Via del Tramonto” di Marc Riba  e Anna Solanas  (Spagna 2010), “Memoria en papel – Memoria di carta” di Theo Putzu (Spagna 2010), “Putain Lapin – Coniglio puttana” di Guérin Van de Vorst (Belgio 2010), “Stiller See – Mare silenzioso” di Lena Liberta (Germania 2009), “The story of David Leonard Sutton – La storia di David Leonard Sutton” di Alfonso Diaz (Spagna 2010), “Tzirk” di Riccardo Bernasconi e Francesca Reverdito (Svizzera 2010), “Uerra – Guerra” di Paolo Sassanelli (Italia 2009 ), “Uwe + Uwe” di Lena Liberta (Germania 2009). La giuria è composta da Isa Barsizza, Marco Giusti, Fabio Canessa e Francesca Lenzi.
 
Visonaria con la Video Art –Arti Vivive in Movimento
16 – 23 ottobre presso la “Galleria Agorà” di Piombino
Una selezione di dieci opere rigorosamente “visionarie” e di grande impatto visivo, concorreranno nella sezione speciale dedicata alla Video Art. Ecco i titoli: “52 takes of the same thing, then boobs – 52 inquadrature della stessa cosa, poi tette” di T. Arthur Cottam  (Usa 2010), “Deck – Ponte” di Richard O' Sullivan  (United Kingdom 2010), “Parallel – Parallelo” di Owen Eric Wood  (Canada 2009), “Quest'estate le zanzare saranno più cattive” di Silvia De Gennaro  (Italy 2010), “Tangos” di Massimo Arduini (Italy 2010), “The Art Qaeda's Project” di Wei-Ming Ho (Taiwan 2010), “The Polymoids“ di Tina Willgren  (Sweden 2010), “Un B.A.N.C. – Una panchina” di Elise Fay  (Belgium 2010), “Underskin – Sottopelle” di Alessandro Amaducci  (Italy 2009), “Varfix” di Kotaro Tanaka  (Japan 2010). A selezionarle è stata la giuria composta da Pino Modica e Mauro Tozzi per Visionaria, Marco Rossi Lecce, gallerista romano ed esperto di arte contemporanea e dai critici e storici dell'arte Patrizia Ferri e Francesca Franco. I veri protagonisti saranno i visitatori perché potranno scegliere il vincitore e assegnare la Targa Vision Art. Legata al concorso, anche quest’anno, inoltre sarà allestita una mostra che espone le opere dei dieci finalisti. La mostra resterà aperta presso la Galleria Agorà di Piombino dal 16 al 23 ottobre dalle 16,30 alle 19,30.
 
Visionaria per le scuole con il Premio FuoriClasse e non solo
Torna anche quest’anno FuoriClasse – Panorama Italiano l’appuntamento con gli studenti delle scuole, con la proiezione delle seguenti opere: 41” di Massimo Cappelli  (Italia 2010), “E' l'amore vero male” di Vieri Brini e Emanuele Policante (Italia 2009), “Il sorriso di Alisya” di Efraim Borsellini  (Italia 2009),”La currybonara” di Ezio Maisto (Italia 2010), “Michel Lewandowski in L'uomo con la macchina da presa” di Marco Tosti (Italia 2010),“Oggi gira così” di Sydney Sibilia (Italia 2010),”Rec Stop & Play” di Emanuele Pisano (Italia 2010), “Skate” di SoniaQQ (Italia 2009). Spazio poi anche al Corso di introduzione al Linguaggio Cinematografico, organizzato da Francesca Lenzi e tenuto dal critico cinematografico Franco Vigni. La novità di quest’anno, infine, è l’introduzione di una serata dedicata alla musica, di cui sarà protagonista anche la danza, con l’esibizione di alcune scuole di danza di Piombino, selezionate da Duccio Barlucchi.
 
 
Visionaria 2010 è promossa dall’ Associazione Culturale Visionaria con il contributo del Comune di Piombino, Provincia di Livorno, Galsi e Unicredit.
Info: tel. e fax: +39(0)577.530803, mail: vision@visionaria.eu; www.visionaria.eu.