Watchmen: Zack Snyder risponde alle accuse di Joel Silver

E l’Hoffington Post divenne spazio di botta e risposta: la scorsa settimana il produttore Joel Silver ha tirato in ballo l'adattamento di Watchmen mai realizzato di Terry Gilliam, descrivendo la versione di Zack Snyder "schiava del materiale originale". Il regista risponde: «Se leggeste la fine della versione di Gilliam, capireste che è da folli. In tutta onestà, ho scelto Watchmen per me stesso. E' probabilmente il mio film preferito tra quelli che ho girato. Adoro il film e la passione che c'è dietro. Ho deciso di prendere le redini del progetto perchè sapevo che lo studio lo avrebbe fatto comunque e rovinato. Quindi, in fin dei conti, l'ho fatto per salvarlo dai Terry Gilliam di questo mondo.

 

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Nel dialogo a distanza la moglie Deborah Snyder, convinta del fatto che “non si può piacere a tutti”, ha aggiunto: «Ho la sensazione che Watchmen sia uscito in un momento in cui il movimento fanboy era al suo apice. Credo che se il film uscisse ora – e questa è solo la mia opinione – l'accoglienza sarebbe diversa, specie dopo Avengers e l'affermazione della cultura dei fumetti: la gente capirebbe che si tratta di una satira. E' un film sorprendente: la graphic novel è stata scritta per analizzare il genere della graphic novel, oltre al valore dei fumetti e al ruolo che giocano nella mitilogia della cultura pop, alla Guerra Fredda e così via. […] La versione di Gilliam non aveva nulla a che vedere con il fumetto e con l'idea che c'è alla base. E' in quel caso che bisogna dire: "Non farlo, non ha alcun senso"».

 

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

(s.p.)