Werner Herzog nel braccio della morte: "Gazing into the Abyss: A Tale of Death, a Tale of Life"

Werner Herzog ritratto da Alex Waterhouse nel '96
Werner Herzog lo aveva annunciato l'anno scorso, ora il film ha un titolo: si chiama Gazing into the Abyss A Tale of Death, a Tale of Life (precedentemente intitolato semplicemente Death Row) e vede ritratti cinque detenuti in attesa di esecuzione in un carcere di massima sicurezza in Texas

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

Werner Herzog ritratto da Alex Waterhouse nel '96

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

Werner Herzog lo aveva annunciato l'anno scorso, ora il film ha un titolo: si chiama Gazing into the Abyss A Tale of Death, a Tale of Life (precedentemente intitolato semplicemente Death Row) e vede ritratti cinque detenuti in attesa di esecuzione in un carcere di massima sicurezza in Texas: tra cui due condannati per triplice omicidio,  Hank Skinner, che ha assassinato la sua ragazza e i suoi due figli psichicamente ritardati e Linda Carty, una delle 10 donne rinchiuse nel braccio della morte, colpevole di aver ucciso una madre per rapire il suo neonato.

--------------------------------------------------------------
DARIO ARGENTO – L’AMORE E IL TERRORE, A CURA DI GIACOMO CALZONI

--------------------------------------------------------------

Nel film, della durata di 90 minuti, Herzog parla con i detenuti in attesa dell'esecuzione. Sembra che le conversazioni facciano la parte del leone, con poco o nullo utilizzo di musica o voce fuori campo. "Certo, mi affascina osservare gli abissi più profondi dell'animo umano. A destra e a sinistra, ovunque ci si volti, c'è un abisso" diceva Herzog a febbraio in un'intervista telefonica rilasciata a Screendaily in occasione della presentazione di Cave of Forgotten Dreams alla 61° Berlinale. Herzog era assente proprio perchè impegnato a girare questo nuovo documentario.

 

Gazing into the Abyss: A Tale of Death, a Tale of Life nasce all'interno di un progetto in collaborazione con Investigation Discovery, una serie di documentari sulla criminalità e sul sistema di giustizia penale degli Stati Uniti. "Non è molto diverso da quello che ho fatto per Cave of Forgotten Dreams, dove entro, storicamente parlando, in un abisso di 35.000 anni."

Le famose Electric Chairs di Andy Warhol e una vecchia sedia elettrica utilizzata in TexasLe riprese in carcere sono state molto tese: Herzog e il suo team hanno dovuto negoziare con avvocati e polizia penitenziaria e faticato a convincere gli stessi detenuti ad essere ripresi. Per uno dei condannati per triplice omicidio, Michael Perry, la condanna a morte è stata eseguita solo otto giorni dopo la conversazione con il regista. 

 
Pur non sostenendo la pena di morte, Herzog specifica che il film non è una crociata contro o a favore: "Non sono nel business della colpevolezza o dell'innocenza. La mia attenzione è rivolta altrove". Herzog è ancora sempre alla ricerca di quella che chiama "verità estatica": "i fatti in sè non sono illuminanti. Sono alla ricerca di qualcosa che si trova guardando molto in profondità nell'animo umano – qualcosa che si sperimenta quasi come un'estasi religiosa".

Gazing into the Abyss: A Tale of Death, a Tale of Life sarà prodotto da Skellig Rock, Creative Differences, Spring Films e Werner Herzog Film. Come riporta Variety, la tedesca ZDF Enterprises, che si era già occupata del documentario di Herzog Little Dieter Needs to Fly (1997),  ha acquisito i diritti per il cinema e la tv per tutto il mondo, esclusi USA e UK.
 

Cave of Forgotten Dreams (la recensione da Berlino, info e foto,trailer) ultimo film di Herzog, è attualmente nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti, dove si è conquistato il primato di documentario indipendente con il maggior incasso.
In cantiere il maestro tedesco, oltre a continuare il lavoro con la sua anti-scuola nomade di cinema  Rogue Film School, sconsigliata ai deboli di cuore, ha anche una biografia di Gertrude Bell, descritta come un "film epico ambientato nel deserto", con Naomi Watts come possibile  protagonista.

--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative