Words are very unnecessary: le poste secondo Anton Corbijn

Il film più piccolo e corto del mondo lo ha girato Anton Corbijn, regista e fotografo celebre più per i suoi lavori in ambito musicale (David Sylvian, Echo & The Bunnymen, Depeche Mode, U2, Danzig, Nick Cave, Joy Division, New Order) che per la sua breve e comunque alterna carriera cinematografica (Control e The American).

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Carice Van Houten per Anton CorbijnFrancamente ce ne sfugge il senso, se non quello promozionale, ma tant’è: il film più piccolo e corto del mondo lo ha girato Anton Corbijn, regista e fotografo celebre più per i suoi lavori in ambito musicale (David Sylvian, Echo & The Bunnymen, Depeche Mode, U2, Danzig, Nick Cave, Joy Division, New Order) che per la sua breve e comunque alterna carriera cinematografica (Control e The American).

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

Il cortometraggio – realizzato per le poste olandesi, prodotto dall’agenzia KesselsKramer e interpretato da Carice van Houten (Black Book) – riproduce 30 fotogrammi sul formato di un normale francobollo grazie alla tecnica della stampa lenticolare, che permette di ottenere immagini illusorie e mutevoli a seconda degli angoli di vista.

----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative