50 giorni di cinema internazionale a Firenze

Nel segno del 9. 9 festival per la 9° edizione dei 50 giorni di Cinema Internazionale a Firenze 2015. Con una sigla davvero molto bella, seducente come quella della Quinzaine di Cannes, da fare invidia a molti importanti festival internazionali.

Questa mattina al Cinema Odeon è stata presentata questa lunga maratona cinematografica che si terrà dal 29 ottobre al 13 dicembre. Circa 150 film, la presenza del Cinema Ritrovato per la prima volta nella manifestazione in collaborazione con la Cineteca di Bologna e un tema, “Essere Umani” dove, in una fase caratterizzata da grandi flussi migratori con persone che fuggono dalla guerra, dalla fame e dai disastri ambientali, il cinema può favorire la conoscenza dell’altro. A questo proposito Stefania Ippoliti, Responsabile Mediateca e Area Cinema e Presidente Italian Film Commission ha sottolineato infatti come “il cinema ci consente di entrare in intimità con persone anche lontane”. A sua volta Monica Barni, Vicepresidente e Assessore alla Cultura della Regione Toscana, ha aggiunto che questo tema “non poteva essere più attuale e appropriato in un momento in cui ognuno per la propria parte è chiamato a fare scelte di accoglienza e inclusione nei confronti del popolo dei rifugiati”. E poi ha messo in evidenza l’importanza di questo evento che porta “ogni anno circa 60.000 persone al cinema”, elogiando poi l’importanza di vedere i film in lingua originale con i sottotitoli a cui dovremmo essere abituati da bambini”.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

presentazione 50 giorni di cinema internazionale a firenzeSono stati poi presentati i singoli festival. Francesco Ranieri Martinotti, direttore di France Odeon, rende merito ad Aldo Tassone, storico direttore di France Cinéma, che è stato capace di “aver portato il cinema francese in una città anglofona”. Alberto Lastrucci, direttore del Festival dei Popoli, anticipa invece alcuni numeri della 56° edizione con “85 film in 3 sale”. A sua volta Selvaggia Velo, direttrice di River to River, parla della “campagna di crowdfunding che finirà il 5 novembre e che si trova su Indiegogo”.

In questo ricco programma, tra i numerosi ospiti, ci saranno Michel Hazanavicius, Philippe Garrel al quale sarà dedicata una retrospettiva, suo figlio Louis, la film-maker peruviana Mary Jimenez, il regista e direttore della fotografia polacco Wojciech Staron e la cineasta tunisina Kaouther Ben Hania. E, come si è detto, l’assoluta novità della presenza di Il Cinema Ritrovato, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, dal 23 al 26 novembre, con grandi classici in versione restaurata.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Oltre che dal sito ufficiale, molti contenuti saranno condivisi dalle pagine facebook e twitter (#50giorni2015) e youtube. In collaborazione con Box Office, sarà poi possibili tenersi aggiornati sulle novità della 50 giorni scaricando la App per iPhone e Smartphone Android, disponibile gratuitamente sul sito ufficiale, Google Play e App Store.

 

IL PROGRAMMA DELLA 50 GIORNI DI CINEMA INTERNAZIONALE A FIRENZE

29 ottobre-1° novembre France Odeon Festival del cinema francese

2-4 novembre Immagini e suoni dal mondo Festival del cinema etnomusicale

5-10 novembre Festival Internazionale di Cinema e Donne

11-17 novembre Florence Queer Festival Queer Culture e cinema a tematica LGBTIQ

18-22 novembre Lo schermo dell’Arte Film Festival Festival Internazionale di cinema e arte contemporanea

23-26 novembre Il Cinema Ritrovato In collaborazione con la Cineteca di Bologna

27 novembre-4 dicembre Festival dei Popoli Festival Internazionale del Film Documentario

5-10 dicembre River to River Florence Indian Film Festival

11-13 dicembre Una finestra sul Nord Rassegna di cinema finlandese

13 dicembre Premio N.I.C.E. Città di Firenze