Dalla nube alla resistenza, Jean-Marie Straub e Danièle Huillet, 1978


Buon 25 aprile da Sentieri Selvaggi con una riproposizione integrale (via youtube) del film che Straub & Huillet trassero da “Dialoghi con Leucò” e “La luna e i falò” di Cesare Pavese. Opera in due parti: nella prima (mitologia: la nube) gli dei si interrogano su colpe e complicità con i padroni e il potere; nella seconda (anni 50), due abitanti delle Langhe discutono gli aspetti positivi e negativi della Resistenza

Nymphomaniac Volume II, di Lars von Trier

nymphomaniac volume 2

A ben guardare, tutto il discorso davvero interessante è extrafilmico, riguarda l'operazione, il gioco del vedo non vedo (più erotico che porno), della provocazione pubblicitaria, la sapiente strategia dei rinvii e delle attese, delle dichiarazioni in pubblico... La tecnica commerciale messa al servizio dell'autoaffermazione e delle testimonianze evangeliche di un'aura autoriale indiscutibile. O viceversa. Ma, oltre l'apparato, il cinema si riduce a ben poco

Il mondo fino in fondo - Incontro con il regista Alessandro Lunardelli

E' stata presentata stamani a Roma Il mondo fino in fondo, prima pellicola del regista Alessandro Lunardelli. Il film ha partecipato alla sezione Alice in città nell'ultimo Festival del cinema di Roma, ed uscirà nelle sale il prossimo 30 Aprile, distribuito da Microcinema in 40 copie. Nel cast Filippo Scicchitano , Luca Marinelli , e la partecipazione di Barbora Bolulova.

La sedia della felicità, di Carlo Mazzacurati

valerio mastandrea e isabella ragonese in la sedia della felicità
Carlo Mazzacurati è la felice sintesi delle culture del suo nordest e il suo cinema ne è una conferma. I suoi film non assomigliano a quelli di nessun altro. Con La sedia della felicità torna al suo mondo di personaggi stralunati, lontani dalla routine, con la sagacia interpretativa che guarda ad una società smarrita che senza certezze ricerca il benessere

Blu-ray - Lo Hobbit - La desolazione di Smaug, di Peter Jackson (Edizione due dischi + copia digitale)

Lo Hobbit: La desolazione di SmaugLa linearità narrativa di Un viaggio inaspettato si complica e si divide in tre piani narrativi differenti. Jackson deve però liberare la saga di The Hobbit dall'ingombrante ed inevitabile confronto con The Lord of the Rings. Edizione molto ricca del secondo capitolo della nuova saga di Peter Jackson che soddisferà ogni appassionato della serie. Da Warner Bros

DVD - Oldboy, di Spike Lee

OldboyIl remake, sembra un'altra risposta, un'ulteriore strategia per venir fuori da una crisi personale e collettiva. E perciò la decisione di rifare qualcosa, la scelta di aderire a una pratica, sembra molto più importante del cosa rifare, del confronto con l'originale. Edizione Universal Pictures

The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro, di Marc Webb

the amazing spider-man 2

ll contributo di Alex Kurtzman e Roberto Orci è decisivo per riscattare il progetto dal fiacco risultato del primo capitolo. I due conoscono perfettamente non solo l'umore del protagonista ma anche quello del suo lettore. La loro consapevolezza esalta l'anima spettacolare e quella romantica e Peter Parker torna ad essere il ragazzo che deve fare i conti con le conseguenze del suo potere.

News

47 meters down: 'Gravity' sul fondo del mare
dai produttori di Piranha 3D
Flash Gordon: la nuova versione per il cinema
per gli 80 anni del fumetto  
Takashi Miike inizia una rivoluzione
La Yakuza si mescola a storie di vampiri
Frozen raggiunge il sesto posto negli incassi mondiali di sempre
Superando anche Transformers 
Tom Hanks protagonista di un thriller sulla Guerra Fredda
Spielberg in trattative per la regia
Tarantino non rinuncia al suo secondo western
Forse The Hateful Eight sarà realizzato
Jessica Chastain nei panni di Marilyn Monroe
In Blonde, ultimo film di Andrew Dominik
È morto Claudio G. Fava
Il giornalista e critico cinematografico aveva 83 anni
Cannes 67 - Nicole Garcia alla Caméra d'or
L'attrice e regista guiderà la giuria delle opere prime
The Amazing Spider-Man 2 in copertina su Film Tv
Intervista a Isabella Ragonese, Tracks e Far East Film Festival

Cerca nel sito

Cerca nel sito

SS MAGAZINE Sentieri selvaggi Magazine n. 11 febbraio/marzo 2014

sentieri selvaggi magazine n. 11

E' on line il nuovo Sentieri selvaggi Magazine  #11. Puoi scaricare gratuitamente il numero QUI.  In questo numero: MONA LISA CYBERPUNK, corpi e vocie nell'era digitale; Interviste a Maurizio Nichetti, Andrea Cosentino, Michel Gondry; Festival di Berlino; Speciali All is Lost e The Counselor. Profili su Harold Ramis, Philip Seymour Hoffmann, Alain Resnais, John Goodman.

Il musical per Clint Eastwood. Ecco il trailer di Jersey Boys

jersey boys

Diramato dalla Warner il primo trailer dell'attesso ritorno alla regia di Clint Eastwood nell'adattamento di un famoso musical di Broadway al cinema. Jersey Boys torna agli anni '60, all'ascesa del gruppo "Frankie Valli and The Four Season", dalla gavetta alla fama, sino alle storture dello show business. Ennesima scommessa del vecchio Clint...

Le fotografie d'America: Alla ricerca di Vivian Maier

alla ricerca di vivian maier

Il trailer del film-documentario di John Maloof e Charlie Siskel che racconta la storia di Vivan Maier (1926-2009), tata per le famiglie dell'alta borghesia di Chicago che, in segreto scattò oltre centomila fotografie "di strada" ed è oggi considerata una delle più grandi fotografe d'America. In sala il 17 aprile

Il nuovo film di Abdellatif Kechiche

 abdellatif kechiche

Il regista tunisino adatta il romanzo di Francois Begaudeau "La Blessure, la vraie" (lett. "La ferita, quella vera"). La prossima estate dovrebbero iniziare le riprese del film, che prenderanno luogo in Tunisia, anzichè in Francia come vorrebbe il libro. Potrebbe essere a Cannes 2016

A maggio torna la Festa del cinema

Festa del cinema

Dall’8 al 15  ingresso ridotto in tutti i cinema di italia. Biglietti d'ingresso a 3 euro, 5 per il 3D

Cannes 67 - I Film in Concorso

manifesto cannes

In consorso a Cannes 67: Assayas, Bonello, Ceylan, Cronenberg, i Dardenne, Egoyan, Godard, Dolan, Loach, Hazanavicius, Lee Jones, Kawase, Leigh, Miller, Zvyagintsev, Szifron, Rohrwacher, Sissako. Ecco tutti i film...

 

(unknown pleasures) - Vous n’avez encore rien vu, di Alain Resnais

resnais
Non è il cinema/Orfeo a camminare dinanzi al teatro/Euridice, senza potersi voltare, affinché l’altro non affondi nel fosco Ade. È quella spasmodica geometria creativa che il regista sembra ormai non esaurire, oltre il regno dei morti, spingendolo in dimensioni parallele, territori unisoni, di mitologia e fantascienza, proscenio e (avan)spettacolo

Rebecca (Hall), la prima figlia

Rebecca Hall

Responsabile e razionale ma anche affascinante e sentimentale. Spesso first lady fedele, appassionata e sostenitrice, incarna un certo tipo di donna che basta a se stesso e che pure funge da sostegno per il mondo maschile dal quale comunque ha bisogno di sentirsi amata. In arrivo sugli schermi con Transcendence di Wally Pfister e ad agosto con Una promessa di Patrice Leconte.

 
 

SERIE TV - Game of Thrones 4x01 - Two Swords

Game of Thrones
Se Two Swords riesce a riportare subito lo spettatore nelle atmosfere di G.R.R. Martin, la complessità di una trama mastodontica, costretta nei tempi di una serie tv, comincia a far trascurare diversi points of view che avrebbero necessitato approfondimenti più dettagliati. Ci troviamo, cosi, di fronte a un episodio altalenante

Cannes 67 - Il peso della tradizione

Molti straordinari cineasti presenteranno il loro film in questa edizione di Cannes 67. Certamente la conferenza stampa del direttore artistico Thierry Frémaux ha rivelato poche sorprese rispetto ai nomi che circolavano già da almeno un mese. Ma in fondo Cannes è questo: una conferma. La conferma di tutto il peso che la tradizione impone. Facciamo una rapida carrellata...

 
 

SPECIALE TRUE DETECTIVE - I compagni di merenda


Sin dal suo esordio True Detective ha ricevuto molte critiche entusiaste, la maggior parte concentrate sulle performance magnetiche e totali dei suoi due protagonisti. Non citare. però i nomi dell’uomo che ha immaginato e seguito ossessivamente la storia, del suo regista che ha trasformato le sue parole in immagini e dell’attrice che ha scelto di relegare il suo talento sarebbe un errore imperdonabile.

in nomine Satan. Incontro con Emanuele Cerman e il cast

in nomine satan

Incontro stampa romano per in nomine Satan, opera prima di Emanuele Cerman che ripercorre una delle pagine più scioccanti di cronaca nera degli ultimi tempi: il caso delle Bestie di Satana. Nato dal sodalizio professionale con Stefano Calvagna, il film è una produzione indipendente che ha incontrato non poche difficoltà produttive. In sala dal 24 aprile

 
 

"Un cammino che finisce in allegria": La sedia della felicità - Incontro con Valerio Mastandrea, Isabella Ragonese, Giuseppe Battiston

Mazzacurati

Il grande addio di Carlo Mazzacurati è avvenuto all’insegna della più sana leggerezza, con un titolo scelto da un bambino, con un orso - con cui il regista ha scelto di identificarsi - che alza le mani al cielo e con la partecipazione brillante degli amici di sempre. Alla Casa del Cinema il cast di amici e collaboratori del compianto regista ha presentato il suo ultimo lavoro.

SPECIALE TRUE DETECTIVE - Universi paralleli

woody harrelson e matthew mc conaughey in true detective

E' un mosaico, un insieme di elementi perfettamente amalgamati tra di loro; un universo metanarrativo che ancora oggi, a più di un mese dalla messa in onda del capitolo finale, continua a rivelare nuove sfaccettature e ipotesi. Merito soprattutto dello sceneggiatore Nic Pizzolatto, che ha saputo costruire una ragnatela fitta di rimandi cinematoggrafici, letterari e fumettistici.

 
 

LIBRI DI CINEMA – “François Truffaut e la pellicola interattiva”

françois truffaut Il saggio di Sandro Fogli, aiuto regista per diverse fiction italiane, autore nel 2010 di Hitchcock e la vertigine interpretativa, affronta l’opera del regista francese muovendo dai Cahiers du Cinéma, e ripercorrendo cronologicamente cinematografia e vita, fra risonanze letterarie e corrispondenze filmiche, per poi dedicare ampio spazio a uno studio approfondito dei principali contributi della critica italiana su François Truffaut. Romano Editore.

Song’e Napule, dei Manetti Bros.


Ci si rende da subito conto che anche questa carrellata di gioiosi furti e irriverenti omaggi ad un modello ben preciso è destinata ad andare a segno. D’altra parte la filologia affezionata è sempre stata il forte dei Manetti, unita ad un gusto per il grottesco che anche qui si riversa nei ritratti dei personaggi che sono innanzitutto l’incarnazione divertita dell’ipertesto di riferimenti che veicolano

Onirica – Field of Dogs, di Lech Majewski


E’ Dante dunque l’ultimo interlocutore scelto che risponde agli interrogativi di Majewski trasposti in un piano immaginifico, ancorato all’essere nella sua totalità, inteso come società, mondo, trasformazioni e catastrofi. L’uomo al centro dell’universo in cui è gettato e al quale guarda criticamente per non esserne vittima

Third Person: primo trailer del nuovo film di Paul Haggis

Third Person

Arriva dal Giappone il primo trailer del nuovo film diel regista statunitense, intreccio della vita di tre coppie tra Roma, Parigi e New York. Con Liam Neeson, James Franco, Adrien Brody, Mila Kunis e Olivia Wilde

'Un fidanzato per mia moglie' di Davide Marengo: foto e trailer ufficiale

Un fidanzato per mia moglie

Dal 30 aprile in sala il nuovo lavoro di Davide Marengo con il triangolo Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri e Geppi Cucciari.

Box Office USA

captain america

The Winter Soldier ha vinto un'altra volata e ha conservato il primo posto per la terza volta consuecutiva. L'imminente arrivo di The Amazing Spider-Man 2 fa pensare che il passaggio del testimone sarà una questione interna alla Marvel. Il supersoldato di Stan Lee ha raggiunto la quota dei duecento milioni e si è dovuto difendere soprattutto dall'exploit pasquale di Heaven Is for Real. Il dramma di stampo cristiano di Randall Wallace ha battuto Rio 2 e ha annichilito il deludente Trascendence con Johnny Depp.

Box Office ITALIA

noah

La ricorrenza pasquale ha dato slancio a Noah e il biblico di Darren Aronofsky ha messo a segno un'apertura da più di due milioni e mezzo di euro. La versione avventurosa del diluvio universale era partita bene anche in patria ma poi ha rallentato velocemente: la sua speranza è che il pubblico italiano sia più longevo. The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson ha debuttato al secondo posto con meno di un milione ma con la media per sala più alta del week-end. Captain America ha lasciato il primato ma ha superato la soglia dei sei milioni.

 

 
 

Transcendence, di Wally Pfister

transcendence
Nonostante le ambiziose discettazioni accademiche su una nuova possibile rigenerazione del corpo-macchina, sui conflitti etici tra intelligenza artificiale e coscienza umana, finisce con l’essere un modesto thriller che arriva in ritardo di decenni. Ed è la riprova di quanto asfittiche e frustranti siano sempre state le immagini del duo Nolan/Pfister

Noah, di Darren Aronofsky

russell crowe in noah
Testo definitivo del racconto portato avanti negli anni dal cineasta, questa volta filtrato attraverso il linguaggio del blockbuster per le masse internazionali e dunque ulteriormente semplificato, Noah è il cinema di Aronofsky, prendere o lasciare: in quella inaspettata e sorprendente sezione “da camera” all'interno dell'arca ormai salpata c'è il miglior cinema mai girato dal regista

Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson

the grand budapest hotel
Il tempo, finora sommerso nella superficie nostalgica dell’immaginario, si rivela finalmente come la questione centrale. E come una scelta “politica” decisiva. Il passato diventa l’orizzonte mitico dello sguardo. Ma non come un malinconico rimpianto di un tempo andato, ma come un’altra strada, una biforcazione del presente, un progetto d’evasione