Blu-ray – "Flight" di Robert Zemeckis

FlightTitolo originale: id.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Anno:  2012
Durata: 138’
Distribuzione: Universal Pictures
Genere: Drammatico
Cast: Denzel Washington, James Badge Dale, John Goodman, Don Cheadle, Bruce Greenwood, Kelly Reilly, Melissa Leo, Nadine Velazquez, Rhoda Griffis, Tamara Tunie, Brian Geraghty, Garcelle Beauvais, Adam Tomei
Regia: Robert Zemeckis
Formato BLU-RAY/video: 2.40:1 letterbox
Audio: Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio; italiano, francese Dolby Digital 5.1
Sottotitoli: Italiano, inglese, inglese per non udenti, danese, finlandese, francese, norvegese
Extra: La nascita di Flight, Dietro le quinte, Analisi di un incidente aereo, Le domande e risposte migliori

 


La recensione di Sentieri selvaggi

 

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

IL BLU-RAY
Zemeckis torna al cinema live action con una pellicola sui generis, in cui la tragedia esterna finisce per riflettersi nella dimensione privata di un uomo seguito in tutta la sua parabola, un uomo cui presta il volto e gli abiti il carismatico Denzel Washington. La produzione del padre di Forrest Gump e Ritorno al futuro sfugge alle etichette e non si lascia sottovalutare, aggiungendo al proprio archivio un prodotto dignitoso realizzato con un budget ridotto in circa trenta giorni di intense riprese, finendo per conquistare larga parte di critica e pubblico e piazzandosi comunque in lista tra le migliori proposte del flightmainstream hollywoodiano. Finalmente da giugno, Flight si annovera tra le uscite in home video, con un Blu-Ray presentato dalla Paramount e distribuito dalla Universal tecnicamente eccellente. Il quadro è nitido e pulito, con dettaglio elevatissimo e un notevole rapporto di contrasto. A questo si aggiunge una resa cromatica calda in grado di riproporre fedelmente la fotografia originale di Don Burgess che, insieme al regista, ha optato per l’utilizzo ottimale di camere red epic evitando i maggiori difetti del digitale, per una resa di un livello tale da sfiorare la qualità della ripresa in pellicola senza la sua tipica granulosità, dati la vivacità dei colori, la texture e l’elevata definizione del dettaglio. La traccia audio segue il naturale svolgersi della narrazione e non si sottrae all’alto livello che distingue il prodotto, fornendo la massima prestazione nella parte dell’incidente aereo. Non è da meno, tuttavia, il resto del film, che si basa sul canale centrale dei dialoghi e sull’accompagnamento di una tracklist di grande interesse, tra cui si segnalano alcuni brani dei Red Hot Chili Peppers e dei Rolling Stones. Una piccola lacuna da segnalare sono gli extra, discreti nei contenuti ma non troppo entusiasmanti. Si tratta di 45 minuti circa di girato in HD, totalmente sottotitolato in italiano, che comprende quattro tracce. "La nascita di Flight" è il racconto della gestazione progettuale attraverso le parole dello sceneggiatore, seguito da "Dietro le quinte” che riguarda l’analisi di alcuni aspetti della realizzazione del lavoro con un focus particolare sulle scelte del cast che si racconta attraverso i propri personaggi. Il terzo inserto, "Analisi di un incidente aereo”, è un approfondimento della sequenza d’apertura, con spiegazioni sulle adrenaliniche riprese “in volo” che rivelano i segreti del dietro le quinte. Chiude il corpo dei contenuti speciali “Le domande e le risposte migliori”, una selezione del dibattito avvenuto durante una conferenza stampa moderata da un giornalista del Los Angeles Times, dove la troupe di Flight si presenta. Nonostante l’esiguità del materiale extra, quanto si offre allo spettatore è la visione a 360° di un corposo lavoro che riesce a lasciare un notevole ricordo di sé, incidendo il tessuto dell’immaginario collettivo e offrendosi comunque come una preziosa opera da collezione.