Box Office USA (29-31 Maggio)

Il primo mese della stagione estiva ha lasciato la scena e Age of Ultron è ancora in corsa per assicurarsi la quota dei quattrocentocinquanta milioni di dollari. Il marvel-movie ha accusato un forte ritardo rispetto a The Avengers del 2012 ma è diventato comunque il decimo film più ricco di tutti i tempi e ha ancora dei margini per scalare qualche posizione. L’ultimo obbiettivo che gli è rimasto è di racimolare altri duecento milioni in giro per il mondo per scavalcare il miliardo e mezzo di Furious 7 e diventare il maggiore incasso worldwide del 2015. Il suo traino sul mercato è stato considerevole ma il suo impatto ha anche inflazionato il panorama americano e ha danneggiato i titoli che hanno provato ad affacciarsi nelle sale in questo periodo. Mad Max: Fury Road ne ha fatto le spese più di altri film anche se alla fine il suo bilancio è meno negativo di quanto fosse stato previsto dopo il suo debole esordio. Il reboot ha tenuto un passo costante e alla fine dovrebbe sfiorare i centocinquanta milioni anche se la sua prospettiva internazionale è altrettanto timida e toccherà a fatica i trecento milioni. La scelta di arrivare in sala in un momento in cui la concorrenza era troppo forte e in cui il pubblico di riferimento era già appagato da Age of Ultron potrebbe funzionare come alibi. Il salvagente del recupero del budget potrebbe non essere sufficiente a garantire alla Warner un nuovo franchise per il futuro. Le avventure post-atomiche di Tom Hardy sono state molto costose e il rischio del flop non è stato ancora scongiurato del tutto. Gli ultimi due mesi hanno regalato grandi soddisfazioni a Dwayne Johnson e il divo dell’action ha conquistato la prima posizione con San Andreas. L’ex wrestler aveva preso la vetta in primavera con Furious 7 ma in quel caso era solo un comprimario e il merito era stato attribuito esclusivamente a Vin Diesel e a Matthew Fox. L’esordio da cinquantasei milioni del disaster-movie ha testimoniato una conferma di The Rock come star in solitaria e ha implementato notevolmente il tentativo di Hercules della scorsa estate. La sua esperienza nel peplum si era battuta coraggiosamente ma alla fine si era fermata sotto ai cento milioni mentre San Andreas non dovrebbe farsi problemi a scavalcare l’ostacolo. Tomorrowland ha abbandonato tutti i sogni di gloria e il kolossal della Disney ha vissuto un secondo week-end persino peggiore del pallido debutto del Memorial Day. Il suo profilo non cambia nemmeno in un contesto allargato e la sua prestazione su scala globale è ancora meno confortante. Il recupero dell’investimento è un miraggio e le imprese futuribili di George Clooney si sono messe in lista per lo sgradito riconoscimento di peggiore flop dell’anno.

Distribuzione Incasso WE Incasso TOT WKS
San Andreas Warner Bros. $54,588,173 $54,588,173 1
Pitch Perfect 2 Universal $14,823,140 $147,521,860 3
Tomorrowland Buena Vista $14,303,679 $63,689,330 2
Mad Max: Fury Road Warner Bros. $14,178,236 $116,467,770 3
Avengers: Age of Ultron Buena Vista $11,401,402 $427,551,427 5
Aloha Sony $9,670,235 $9,670,235 1
Poltergeist Fox $8,059,126 $38,525,772 2
Far from the Madding Crowd FoxSearch $1,459,138 $8,401,576 5
Hot Pursuit Warner Bros. $1,402,067 $32,382,654 4
Home 20th Century Fox $1,251,611 $170,510,141 10