Byzantium, di Neil Jordan

Clara (Gemma Arterton) ed Eleanor (Saoirse Ronan), sono due donne venute da lontano, dal passato oscuro, costrette a nascondere la loro vera identità e a cambiare dimora continuamente per sopravvivere. Le due,  madre e figlia (?), sono in realtà due vampire che hanno attraversato duecento anni tra dolore e solitudine. Clara era una prostituta e dopo aver partorito Eleanor fu costretta a nascondere la figlia e da quel momento non ha trovato più pace. Ma Eleanor è stanca di vivere nella menzogna e, quando si innamora di Frank, giovane affetto da una grave malattia anticoagulante, decide di scrivere un romanzo per condividere il suo peso con qualcuno, uscendo così allo scoperto. Nella cittadina in cui hanno trovato rifugio, cominciano a susseguirsi misteriosi delitti che costringeranno le due protagoniste a confrontarsi con le proprie paure da cui sono state in fuga. Riemergono strani figuri di sette fanatiche alla ricerca delle due fuggitive e il racconto si apre al misticismo. Dramma soprannaturale ambientato in una piccola comunità di mare, dai colori autunnali, destabilizzata dalla presenza di personaggi non comuni. Il film arriverà in Italia, ma non al cinema, bensì direttamente in home video, due anni dopo la realizzazione. Neil Jordan non ha certo ripetuto il successo del precedente Intervista col vampiro, di diciassette anni fa. In patria è stato un vero flop, ed è ovviamente tra le ragioni principali di questo ritardo.
Byzantium sarà disponibile dal 19 giugno 2014, in versione noleggio, e dal 3 luglio in vendita, in DVD e Blu-ray. Ricorda più Lasciami entrare che i recenti successoni di botteghino sull’argomento, tipo Twilight (come sottolineato da Margherita Palazzo). Scritto da Moira Buffini di Tamara Drewee Jane Eyre, anche autrice della  pièce teatrale A Vampire Story che ha ispirato il film, Byzantium è stato girato Tra l’East Sussex in Inghilterra e i dintorni di Dublino in Irlanda.  La parabola femminista assetata di sangue, nasconde tra le sue maglie risvolti gotici e fantasy, recuperando atmosfere di suoi passati lavori, su tutti In Dreams e In compagnia dei lupi. Magiche sospensioni tra passato e presente, bizzarro racconto onirico dalle venature erotiche, horror/splatter. L’approccio colto e raffinato, che il regista irlandese ha sempre dimostrato nelle sue opere, stavolta si mescola ancora di più (ed è forse uno dei motivi per cui il film arriva solo dopo due anni e soltanto per supporti “casalinghi”) con una certa “spending review” scenografica e una messinscena parsa a volte poco convincente. Ma ciò che colpisce maggiormente è il coraggio di voler riscrivere una leggenda popolare, alla ricerca della verosimiglianza, proprio ciò che una leggenda presuppone: fatti storici da cui partire per poi lavorare con la fantasia. La dimensione fantastica della favola dark si sfalda e viene fuori una visionarietà ibrida, in cui i vampiri cercano la libertà nel tormento intimista delle proprie passioni e nel crepuscolo di un passato mai sopito.
Titolo originale: id.
Regia: Neil Jordan
Interpreti: Gemma Arterton, Saoirse Ronan, Sam Riley, Jonny Lee Miller, Daniel Mays
Origine: Gran Bretagna, 2012
Distribuzione:
Durata: 118’