"E’ nata una star?", di Lucio Pellegrini


Un racconto di Hornby diventa un film italiano con Luciana Littizzetto, Rocco Papaleo e il figlio d'arte Pietro Castellitto. Esperimento non del tutto riuscito ma tutto sommato gradevole: Pellegrini si lascia sfuggire alcune buone occasioni e tende ad indulgere qua e là in cliché evitabili. Ma il risultato non è da buttar via e Rocco Papaleo è una vera star

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

L’incubo peggiore per una mamma media, assorbita dal lavoro in una scuola multietnica e dai pasticci culinari del figlio imbranato aspirante cuoco? Scoprire, da un dvd infilato nella cassetta della posta da una vicina dispettosa, che il suddetto figliolo maldestro è una star del cinema porno. E’ quello che Lucia-Luciana Littizzetto non riesce a credere: pare proprio che il suo Marco-Pietro Castellitto sopperisca allo scarso talento scolastico con una dote fisica insospettabile e, almeno per una mamma, terribilmente imbarazzante. Come dirlo al marito Fausto-Rocco Papaleo? E soprattutto: come affrontare il problema con Marco?

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Nick Hornby è uno scrittore capace di divertire anche quando racconta i piccoli drammi e melodrammi, per lo più familiar-adolescenziali. Lucio Pellegrini ne è ben consapevole e sa di poter contare sulla solida impalcatura hornbyana per costruire il suo film.

Però adattare una sceneggiatura da un racconto per farne un film è una cosa un po’ complessa. E E’ nata una star? non smentisce  la difficoltà di un lavoro del genere. Si passa sopra alla trasposizione indefinitivamente padana (?) e provinciale delle casette bifamiliari della famigliola protagonista: risulta un po’ forzato all’inizio, ma ci si abitua subito, e la scenografia anglicizzante alla Milano 2, 3 o 4 riesce a dare il giusto pizzico di auto-ironia citazionista.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Quello che forse avrebbe rischiesto maggiore sforzo e, hornbyanamente, maggior leggerezza è senz’altro la sceneggiatura, che si impantana qua e là in paludi di deja-vu anni ’90, – la scena dell’incubo casalingo di Rocco Papaleo con la collega di Marco, i discorsi al tavolino del bar tra Littizzetto, sorella e madre su ipotetiche somiglianze tra Marco e suo nonno, – che appesantiscono e allungano un brodo che poteva essere molto più efficace con maggiore brevità.

Ciononostante E’ nata una star? è un film che, nella sua prevedibile astuzia, risulta abbastanza gradevole arrivando, con molti sforzi e qua e là qualche scivolata, non lontano dall’affabile levità hornbyana tanto agognata.

Gli interpreti fanno tutti bene il loro lavoro, ma la vera star è il fresco reduce sanremese Rocco Papaleo che diventa sempre più bravo e attendibile nella sua schietta maschera meridionale.

 

Titolo originale: Id.

Regia: Lucio Pellegrini

Interpreti: Luciana Littizzetto, Rocco Papaleo, Pietro Castellitto, Michela Cescon, Ninni Bruschetta, Gisella Burinato

Distribuzione: Warner Bros Italia

Origine: Italia, 2012

Durata: 100′

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative