'Europa: femminile, singolare' con Antonietta De Lillo

Bergamo film meetingQuest'anno il Bergamo Film Meeting, confermando il suo interesse per la produzione indipendente più originale del cinema europeo (nelle passate edizioni Robert Guédiguian, Fernando León de Aranoa, Regina Pessoa, Claire Denis, Jan Svêrák, Julio Médem, Roy Andersson, Béla Tarr e molti altri), dedicherà una retrospettiva a tre tra le  più interessanti registe del panorama contemporaneo: l’islandese Solveig Anspach, l’austriaca Jessica Hausner e l’italiana Antonietta De Lillo.?



La retrospettiva su Antonietta De Lillo (che esordisce nel 1986 insieme a Giorgio Magliulo con il film Una casa in bilico, candidato ai David di Donatello e vincitore del Nastro d’Argento come migliore opera prima) comprende la quasi totalità della sua produzione, 15 titoli rappresentativi del suo fare cinema che negli anni ha spaziato tra linguaggi e generi, dalla finzione al documentario a forme ibride tra cui il videoritratto e il film partecipato di cui è stata in Italia una pioniera. 


"Non ho scelto deliberatamente di fare questo mestiere, in qualche modo mi sono lasciata trasportare dagli eventi, dalle combinazioni della vita… e mi sono ritrovata a fare forse il più bel lavoro possibile, quello di immaginare mondi diversi, cercando di dar loro una forma e un senso. Il cinema non è la mia vita e non pretende di esserne un surrogato, è solo un mezzo che mi è necessario per tentare di interpretare ciò che mi circonda, ciò che è dentro di me. Il bello di questo lavoro forse è proprio quello di trovare un punto d’incontro tra ciò che è dentro di noi e ciò che fuori". Antonietta De Lillo



Per coloro che non potranno essere presenti i film saranno proiettati in free streaming su MYmovies e su marechiarofilm.it in contemporanea con il festival.