FFDUL, Film Festival Diritti Umani Lugano – Premio Diritti umani a Manijeh Hekmat

La decima edizione del festival svizzero si terrà a Lugano dal 19 al 29 ottobre. Il premio Diritti Umani per l’Autore 2023 alla regista iraniana Manijeh Hekmat

--------------------------------------------------------------
MASTERCLASS DI REGIA ONLINE CON MIMMO CALOPRESTI DAL 5 MARZO

--------------------------------------------------------------

Si terrà dal 19 al 29 ottobre la decima edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano. Durante il festival verrà attribuito alla regista iraniana Manijeh Hekmat il premio Diritti Umani per l’Autore 2023. La motivazione della giuria è che “Il suo cinema racconta infatti la società iraniana con uno sguardo attento alla condizione femminile sfidando la realtà e non fermandosi alla rappresentazione. I suoi film sono il punto di partenza sulle discussioni riguardo ingiustizie, discriminazioni e sfide che la società affronta, incoraggiando a considerare il proprio ruolo come cittadini attivi e partecipi nel promuovere un mondo migliore”.

--------------------------------------------------------------
40% DI SCONTO, IL 29 FEBBRAIO! UN’OFFERTA CHE ARRIVA SOLO OGNI 4 ANNI! COGLIETE L’ATTIMO.

--------------------------------------------------------------

La cineasta iraniana ha iniziato la sua carriera cinematografica nel 1995 come produttrice e, nel 2002, ha diretto il suo primo lungometraggio Woman’s Prison, sulla situazione delle donne prigioniere in Iran. Il film è stato presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia e l’anno successivo è stato premiato con l’Amnesty International Award al Festival di Rotterdam. Nel 2008 esce il suo secondo film Three Woman, presentato in più di 80 festival internazionali a partire dalla Berlinale. Con la sua ultima opera, 19, ha vinto il Life Beyond Life Film Festival di Torino.

Il FFDUL vuole dedicare il Premio Diritti Umani per l’Autore 2023 a tutti gli artisti e a tutte le donne in particolare, in un momento molto difficile della società iraniana, omaggiando un’artista che, attraverso il cinema, ha intrapreso un viaggio resistente e tenace nella creatività e nella ricerca, nella vita e nella morte, nell’amore e nella guerra” spiega Antonio Prata, Direttore del FFDUL.

Due le maggiori novità della decima edizione del festival svizzero: aumentano i giorni che da dieci diventano undici e per la prima volta il programma include un Concorso internazionale di lungometraggi, con la proiezione di 8 pellicole in competizione provenienti da tutto il mondo.

Per consultare il programma completo, maggiori informazioni e approfondimenti qui il sito del festival.

----------------------------
CORSO DI SCENEGGIATURA CON FRANCO FERRINI, DAL 12 MARZO!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative