FILM IN TV – Pane, amore e fantasia, di Luigi Comencini

Dopo l’esordio di Proibito rubare, Pane amore e fantasia è la pellicola che porta alla ribalta, un attimo prima dell’arrivo della televisione, il regista Luigi Comencini (Pane, amore e gelosia, Tutti a casa, Il compagno Don Camillo, Buon Natale, buon anno) e la protagonista Gina Lollobrigida. Contadine, carabinieri, levatrici, belli ma poveri o quasi, incontri tra realtà locali diverse – il nord, il paesino del Centro Italia che fa da location alla pellicola: è un felice e riuscito spaccato degli italianissimi Anni Cinquanta il film che vince, l’anno successivo, l’Orso d’Argento al Festival di Berlino. Storia dichiaratamente e orgogliosamente popolare, protagonisti – sarà retorico – impagabili e impossibili da non rimpiangere, uno su tutti – sarà ovvio – il ‘mitico’ Vittorio De Sica, David di Donatello come miglior attore protagonista, Pane amore e fantasia prosegue con Pane amore e gelosia, diretto l’anno successivo a cast invariato dallo stesso Comencini, e con Pane, amore e…  di Dino Risi (1955) che vede subentrare Sofia Loren alla Lollobrigida. A Sagliena, il maresciallo in trasferta Antonio (De Sica) perde la testa per Maria ‘la bersagliera’ (Gina Lollobrigida), prorompente bellezza al centro di tutti gli sguardi del paese. Maria, innamorata di Pietro (Roberto Risso), che per goffaggine non riesce a concludere, non rinuncia a giocare con Antonio, di cui si innamora in silenzio la levatrice Anna (Marisa Merlini). Gelosie, equivoci, pettegolezzi, incomprensioni – più l’immancabile risoluzione che rimette al loro posto le carte e le coppie: si può sempre chiamarlo neorealismo rosa, registrando l’ormai inevitabile declino di tecniche e poetiche nate dai ‘panni sporchi’ del Bel Paese. O si può semplicemente godere della commedia, impalcatura di genere visibile e ottime interpretazioni di tipi e prototipi italiani.

Titolo originale: Id.
Regia: Luigi Comencini
Interpreti: Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida, Memmo Carotenuto, Tina Pica, Marisa Merlini, Maria Pia Casilio, Roberto Risso
Durata: 97′

Origine: Italia, 1953
Sabato 10 giugno ore 21.00 Rai Tre.