Goya: Trueba vince il premio come miglior regista

Goya per il miglior film a David TruebaIl Goya per il miglior film – attribuito annualmente da La Academia de las Artes e le Cienca cinematográficas de España – è stato attribuito a David Trueba per il suo Vivir es fácil con los ojos cerrados/Vivere è facile con gli occhi chiusi, storia di un professore di inglese che incontra John Lennon. Il regista spagnolo consegue il massimo riconoscimento imponendosi su La gran familia española, di Daniel Sánchez Arévalo, 15 años y un día di Gracia Querejeta e Caníbal di Manuel Martín Cuenta.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Trueba è stato il vero trionfatore della serata poichè in totale porta a casa sei premi, dopo che il suo film ha ottenuto sette nomination, per questo ha anche ringraziato i suoi attori, definendoli: "gente fragile, piena di vita, che offre la sua faccia, il suo corpo e il suo mondo interiore ed ha voglia di essere amata e di piacere".

In concomitanza alla premiazione il regista ha parlato della situazione del cinema spagnolo: "Mi sorprende quando la gente dice che c'è una cattiva opinione del cinema spagnolo. E' un inganno collettivo, la gente in realtà ha un grande affetto ed una vicinanza sorprendente", nonostante una chiara crisi del botteghino, ed evidentemente non ha potuto tralasciare un altro importante aspetto: la mancanza del Ministro della Cultura, José Ignacio Wert.

 

E' la prima volta, nella storia dei 28 anni del premio Goya, che un ministro della cultura 'diserta'. Wert ha addotto "problemi di agenda", mentre in varie occasioni pubbliche è stato attaccato per il suo mancato appoggio al settore cinematografico. Trueba ha fatto, inoltre, cenno alla questione della sfida indipendentista lanciata dal governo regionale della Catalogna, che in novembre ha avanzato la richiesta per la costituzione di una consulta di autoderminazione, dichiarando: "Mi auguro che andiate ancora di più in Catalogna a spiegare quanto li amiamo". (m.t.s)