"Il Cinema Eden (di Arezzo) non deve morire"

cinema edenEnrico Ghezzi, Nanni Moretti, Isabella Ragonese, Marco Bellocchio, Olivier Assayas, Antonio Capuano. E ancora Pippo Mezzapesa, Nicola Rignanese, Paolo Virzì, Ascanio Celestini, Edoardo Gabbriellini, Marco Filiberti, Iaia Forte, Daniele Luchetti, Pasquale Scimeca e Giulia Valentini. E ancora Aldo Tassone e Aldo Fittante. Sono questi alcuni dei nomi che sono stati ospiti delle rassegne organizzate da Sentieri Selvaggi al Cinema Eden di Arezzo dal 2007. Ma dal 1° gennaio 2014, questa sala, l'unica rimasta nel centro cittadino, rischia la chiusura.

Già da settembre 2012 era circolata con insistenza questa eventualità. E on-line erano state raccolte più di 1400 firme creando un notevole movimento in città da parte dei numerosi spettatori che sono gli abituali frequentatori del luogo. Ora però la situazione è diventata ancora più drammatica. Per questo Sentieri Selvaggi chiede a tutti (addetti ai lavori, giornalisti, appassionati) di firmare mandando una mail a salviamoilcinema@gmail.com

 

Ecco di seguito il comunicato del Comitato cittadino Eden non deve morire

Il comitato “Eden non deve morire”, sorto a seguito dell’omonima petizione online che ha raccolto più di 1400 adesioni, ha accolto con piacere le dichiarazioni dell’attore Alessio Boni che ha manifestato pubblicamente la propria ferma intenzione di adoperarsi in ogni modo per scongiurare la chiusura del cinema Eden e sollecita, quindi, i soggetti coinvolti (pubblici e privati) a ritrovare una forma proficua di dialogo, affinché la città di Arezzo non perda l’unica occasione rimasta di vedere film d’essai, cinema d’autore e produzioni che rimangono escluse dai grandi canali distributivi, nonché la possibilità di partecipare a rassegne cinematografiche e ad incontri con autori e attori.

 

Molti appassionati, che in questi anni hanno riempito la sala sia nella programmazione normale sia nei diversi cicli della rassegna Gli Invisibili curata da Cineforum 2 e Sentieri Selvaggi, rischiano così di non poter più vedere nella propria città una grossa parte della cinematografia italiana e internazionale che viene distribuita sul nostro territorio.

Il comitato si rende disponibile ad essere contattato da chiunque desideri proporre iniziative per salvare l’ultimo cinema di Arezzo attraverso indirizzo di posta elettronica salviamoilcinema@gmail.com, la pagi-na Facebook EDEN non deve morire o la petizione sopra citata, ancora aperta.

 

Ci proponiamo varie iniziative, tra le quali:

• promuovere di un appello a livello nazionale tra tutti gli ospiti che hanno visitato il cinema Eden durante le rassegne organizzate in collaborazione con Cineforum 2 e Sentieri Selvaggi, altri addetti ai lavori (e quanti abbiano a cuore la sopravvivenza delle sale d’essai);

• individuare nell’Amministrazione comunale e/o in altre istituzioni un interlocutore con cui instaurare un dialogo propositivo