Keyhole di Guy Maddin, gangster-movie con fantasmi. Trailer, prime clip e nuove foto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Dopo le (splendide) prime foto, sbarcano in rete il trailer e due clip da Keyhole, nuovo film di Guy Maddin.

Presentato a settembre al 36° Toronto International Film Festival, il film, in bianco e nero, girato in 15 giorni, è una versione noir del mito di Ulisse, un "gangster-movie con fantasmi" come lo definisce lo stesso filmaker canadese, un "remake squilibrato di Ore disperate di William Wyler" come suggerisce Micha? Oleszczyk di Fandor.

La storia, scritta dallo storico complice di Maddin George Toles: il gangster Ulysses Pick (Jason Patric Sleepers, Nella valle di Elah, The Losers) torna a casa dopo una lunga assenza, portando con sè due adolescenti: Denny (Brooke Palsson) una ragazza misteriosamente tornata alla vita dopo essere annegata e, legato e imbavagliato, Manners (David Wontner), suo figlio, che però Ulysses non riconosce.

Ad accoglierlo, la moglie Hyacinth (Isabella Rossellini, alla sua quarta collaborazione con Maddin dopo Brand Upon The Brain, The Saddest Music In The World e My Dad is 100 years old, nonchè in altri progetti collaterali, tra cui Send Me to the 'Lectric Chair (visibile qui). L'odissea di Ulysses sarà un viaggio tra le memorie e i fantasmi dello spazio domestico, fino a raggiungere Hyacinth al piano superiore della sua casa.

Keyhole di Guy Maddin, gangster-movie con fantasmi. Trailer, prime cllip e nuove fotoNel cast, in gran parte canadese, anche Kevin McDonald, Daniel Enright, David Evans, Olivia Rameau, Darcy Fehr e l'attore di lunga esperienza teatrale Louis Negin, comparso in tutti i film di Maddin oltre che in Pontypool.

E il grande Udo Kier: "Ho visto per la prima volta Maddin anni fa al Tokyo Film Festival, ed è stata una fulminea attrazione" ha dichiarato l'attore tedesco durante il Q&A tenutosi al TIFF. "Adoro i registi che non si preoccupano delle reazioni ai loro film. Il miglior complimento che si possa fare a un regista è che il pubblico detesta i suoi lavori".
 

Tutte le foto di Keyhole sono nella nostra gallery.

Per altre chicche sul film, commissionato dal Wexner Center for the Arts della Ohio State University e cofinanziato dal governo canadese – c'è il diario di post-produzione gestito da Matt Cahill, che ha già lavorato con Maddin a La canzone più triste del mondo, occupandosi poi della postproduzione della saga di Saw.

 

3 commenti

  • Avatar

    Speriamo di vederlo presto in Italia!!!!!

  • Avatar

    ci sarà modo di vederlo in Italia prima o poi? confidiamo in qualche festival o in un distributore coraggioso..

  • Avatar

    speriamo… per adesso, a parte l'uscita in USA per una società indipendente, la Monterey Media (prevista nella primavera 2012) non ci sono date certe in Europa. Sinora in Francia (ED Distribution) e USA (Zeitgeist Films) sono usciti dei bei cofanetti con le opere di Maddin. Credo che noi italiani toccherà fare affidamento sul dvd anche per Keyhole…