Memento, di Christopher Nolan

Chiede continuamente qualcosa allo spettatore, il film di Christopher Nolan: ne sollecita l’attenzione e ne mette alla prova la memoria. Il thrilling di Memento sta tutto nella sua struttura, nell’incastro tra storie che scorrono, solo in apparenza parallele, manipolando e riplasmando il tempo del racconto.
E proprio del tempo – o meglio del controllo che ciascuno di noi prova ad avere sul proprio tempo, sulle proprie vite – parla Memento, strano thriller che sottrae indizi invece di svelarli (ma che, in realtà, li svela invece di sottrarli), man mano che la storia va avanti (va avanti?). Il personaggio interpretato da Guy Pearce, afflitto dalla perdita della memoria breve, è come chiunque di noi: crede di fermare il passato che scivola via, attraverso un rigido controllo sul presente. Invece, non è padrone di nulla. Nemmeno della sua identità.
Titolo originale: Memento
Regia: Christopher Nolan
Sceneggiatura: Christopher Nolan
Fotografia: Wally Pfister
Montaggio: Dody Dorn
Musiche: David Julyan
Scenografia: Paddy Podesta
Costumi: Cindy Evans
Interpreti: Guy Pearce (Leonard Shelby), Carrie-Ann Moss (Natalie), Joe Pantoliano (Teddy), Mark Boone jr. (Burt), Stephen Tobolowsky (Sammy), Harriet Sansom Harris (Mrs. Jankis), Callum Keith Rennie (Dodd), Russ Fega (cameriere)
Produzione: Jennifer Todd/Suzanne Todd per I Remember Productions/Newmarket Capital Group/Team Todd
Distribuzione: Istituto Luce
Durata: 116’
Origine: Usa, 2000

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative