Mrs. America: Cate Blanchett su TimVision

L’8 ottobre ha fatto il suo approdo su TIMvision Mrs America, nuova serie FX con Cate Blanchett nella doppia veste di protagonista e produttrice.

L’attrice due volte Premio Oscar interpreta Phyllis Schlafly, casalinga, madre di sei figli e attivista conservatrice che negli Stati Uniti degli anni ‘70 si oppose con tutte le proprie forze all’approvazione dell’ERA (Equal Rights Amendment), un emendamento che avrebbe garantito pari diritti ai cittadini senza distinzione di sesso. La battaglia di Schlafly, supportata, oltre che da un nutrito gruppo di casalinghe sparse su tutto il territorio statunitense, dai movimenti antiabortisti e dal Ku Klux Klan, portò successivamente alla nascita della Moral Majority, un’organizzazione politica vicina alla destra cristiana e al Partito Repubblicano.

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

A Schlafly e alla sua campagna anti-femminista si contrapposero diverse personalità dei movimenti per i diritti delle donne, tra cui Gloria Steinem (interpretata da Rose Byrne) e Shirley Chisholm (Uzo Aduba, Suzanne di Orange Is The New Black), prima donna afroamericana ad essere eletta al Congresso degli Stati Uniti.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

La miniserie in nove episodi, scritta da Dhavi Waller, già showrunner e co-produttrice di Mad Men, e diretta tra gli altri da Anna Boden e Ryan Fleck, registi di Captain Marvel, è stata distribuita in America il 15 aprile 2020 sulla piattaforma Hulu. Nel cast, oltre alle già citate Blanchett, Byrne e Aduba, compaiono nomi di grido della serialità televisiva come Sarah Paulson, pupilla di Ryan Murphy per il quale ha recitato in American Horror Story e Ratched (al momento su Netflix), Margo Martindale (The Americans) e John Slattery (Mad Men). Cate Blanchett, presidente di giuria all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, ha colto l’occasione per presentare in anteprima i primi tre episodi durante l’ultima serata del Festival, con una proiezione speciale nel cuore della laguna, dove è stato allestito un maxischermo. In contemporanea a Roma si è svolto il TIMvision Floating Theatre, ideato e organizzato da Alice nella città, sezione parallela della Festa del Cinema, dove gli spettatori hanno potuto assistere alla visione su un’arena galleggiante all’EUR, trasmessa anche in diretta streaming. Già pluricandidata agli Emmy 2020, Mrs. America va a consolidare la proposta a tematica femminile di TIMvision, aggiungendosi ad altri prodotti presenti nel catalogo come Killing Eve e The Handsmaid’s Tale.

La forza della serie sta proprio nel ribaltare la classica narrazione femminista, scegliendo il punto di vista di una donna reazionaria e iper tradizionalista, che pur non ricoprendo nessuna carica istituzionale di rilievo, è riuscita, attraverso una massiccia campagna propagandistica fatta di manipolazioni, demonizzazione dell’avversario e polarizzazione ideologica, a piegare il corso della Storia, di fatto anticipando la nascita degli odierni movimenti politici populisti, sessisti e xenofobi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *