Ozpetek, Pieraccioni: c'è crisi

Ferzan OzpetekFerzan Ozpetek e Leonardo Pieraccioni si sono confrontati sull'attuale situazione del cinema italiano in una tavola rotonda organizzata nell'ultima giornata degli Screenings in Florence, alla quale hanno preso parte anche Fausto Brizzi, Saverio Costanzo e Paolo Genovese. Secondo Ozpetek, il cinema italiano sarebbe afflitto da una crisi culturale mentre per il collega toscano la crisi è di matrice economica.
 

Afferma Ozpetek: ''L'Italia potrebbe campare di arte e cultura, ma nessun politico parla di cinema, teatro, musei. In Italia la crisi economica e' molto forte, ma e' piu' grave quella culturale. Bisogna cambiare dappertutto. Ormai si pensa che il cinema sia fatto da fannulloni. Durante le riprese di 'Un giorno perfetto' alle 18, per le strade di Roma, uno mi ha detto 'andate a lavora''… Io mi ero alzato alle 5… In Francia si va al cinema 3 volte a settimana, qui no. C'e' una cultura alimentata al contrario. Per 'Magnifica presenza' abbiamo dovuto girare una scena bloccando il traffico, stava andando tutto benissimo. Un automobilista e' passato suonando il clacson per disturbarci…''.
 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Secondo Pieraccioni, invece, "Non va l'economia e di conseguenza non va il cinema. Ora c'e' una crisi generale, e' un periodo di vacche magrissime e questo ci costringe ad essere piu' attenti''. (fonte Adnkronos)

Un commento

  • Ulucia75@gmail.com
    Avatar

    È vero c'è crisi ma bisogna avere fiducia e continuare credere che l'arte e la cultura sono la ricchezza più grande che chi come voi e me con il mio amore Fabio abbiamo dentro .La musica una passione per cui abbiamo dedicato la vita e ' parte del cinema se volete vi faccio sentire per una nuova idea di accompagnare le riprese cinematografiche Complimenti e saluti Lucia