Roma Independent Film Festival – Il programma della XVII edizione

Al via venerdì 16 novembre la XVII edizione del Roma Independent Film Festival. Per l’edizione 2018 saranno presentate oltre 25 anteprime mondiali e 10 anteprime europee, il Festival presenterà in concorso oltre 90 opere in anteprima italiana. Tra questi 10 lungometraggi in concorso, 19 documentari di cui 9 italiani e 10 internazionali. Inoltre quest’anno il premio per il miglior documentario italiano e internazionale sarà affidato alla giuria del pubblico.
Ad aprire il festival al Nuovo Cinema Aquila del Pigneto ci sarà We, opera prima dell’olandese Rene Eller, che sarà proiettato venerdì 16 novembre alle 20.00 alla presenza del regista.
Il film tratta di dinamiche sessuali tra otto giovani adolescenti ribelli, un film a tratti surreale da un adattamento dell’omonimo e controverso romanzo “Wij” di Elvis Peeters.
A precedere il film ci sarà il cortometraggio Aleksia di Loris di Pasquale, che rimanendo sul tema adolescenziale tratta del difficile rapporto con una gravidanza non desiderata.
La prima giornata sarà dedicata al cinema del reale con quattro documentari tra i 19 in concorso. Si inizierà alle 16.20 con A step without feet di Lydia Schamschula e Jeremy Glaholt. Sullo sfondo di una fredda Berlino invernale, il documentario da voce a sette siriani esiliati dalla loro patria. Un lavoro contro il pregiudizio e gli stereotipi proposti dai media e contro la “deumanizzazione” che ne deriva.
A seguire Everyone on stage di Frederic Even e Louise Mercadier, un lavoro sull’inclusione sociale a partire dalla disabilità che pone l’accento sull’accettazione e sul riconoscimento che la differenza può essere una ricchezza sociale. Per i documentari italiani in concorso venerdì alle 18.20 ci sarà After Prayers di Simone Mestroni, anche lui presente in sala. Il documentario mette a fuoco la vita nel Kashmir indiano che procede intrecciandosi all’ordinaria violenza legata al conflitto indopakistano.
Chiude la prima giornata del RIFF il doc in concorso The Fifth Sun che sarà presentato alle 22.20 da Cristiana Pecci e Matteo Maggi una coppia di registi italiani che lavorano, da più di un decennio, con il nome di “Coldfocus”. Il documentario tratta di quell’irresistibile desiderio di vagabondare, che per alcuni è una sindrome da ricercare nel gene DRD4, per altri il dono di chi è nato per esplorare, rivalutando la nostra idea di libertà.

Gli altri lungometraggi in concorso:
Alone at my Wedding di Marta Bergman (Francia/Belgio/Romania, 2018), che accompagnerà il film al festival
Arada di Mu Tunc (Turchia 2018)
Decembers di Enrique Castro Ríos (Panama/Colombia, 2018)
Kilikis…The Town Of Owls di Azlarabe Alaoui (Morocco, 2018)
La partita di Francesco Carnesecchi (Italia 2018)
Ordinary Time di Susana Nobre (Portogallo 2018)
Scarlett di Luigi Boccia (Italia 2018)
The Limit of directed di Alan Mulligan (Irlanda 2018)
Verso un altrove di Massimiliano Amato (Italia 2018)

I documentari internazionali in concorso:
La bataille d’Alger un film dans l’histoire di Malek Bensmail (Algeria/Francia/Svizzera 2018) che sarà presente al RIFF
Landascape of Music di Petr Keleptrishvili & Artem Ozhogov (Russia, 2018) presenti al Festival
Roma 167/62 di Carlos Higinio Esteban (Spagna /Italia 2018) che accompagnerà il film con il produttore Laurent Andreoli
Shadows of Light di Daniel Henríquez (Argentina 2018) che sarà presente con la musicista Eliane Correa
The Old Cat di Xavier Labruyère e Bernard Louargant (Francia/Argentina 2018)
This is Love di John Alexander (USA 2018), per il doc sarà presente il produttore Shawn Rhodes
Vostok N°20 di Elisabeth Silveiro (Francia 2018)
What Walaa Wants di Christy Garland (Canada/Danimarca 2018).

In DocumentaRIFF – documentari italiani in concorso troviamo inoltre:
Amaranto di Emanuela Moroni & Manuela Cannone (Italia 2018)
Effatà Road di Martino Lo Cascio (Italia 2018)
I Babelici di Alessandro Quadretti (Italia 2018)
Le Periferie di Roma e il Movimento democratico di Enzo De Camillis (Italia 2018)
RKM Roma Kaputt Mundi di Francesca Picozza & Andrea Santoro (Italia 2018)
Tra il cane e il lupo di Giulia Cecilia Sodi (Italia 2018)
Vinilici. Perché il vinile ama la musica di Fulvio Iannucci (Italia 2018).