"The Lego Movie" in copertina su "Film Tv"

the lego movie in copertina su film tv Questa settimana la cover del nuovo numero è… a pezzi, ma in senso positivo: il faccione giallo che domina la copertina è quello di uno dei tanti irresistibili mattoncini (s)componibili Lego, protagonisti di tante infanzie, e che approdano al cinema in un film d'animazione che promette di essere sfrenato e divertente: in The Lego Movie (in sala dal 20 febbraio) sfilano icone come Batman, Gandalf e persino Lincoln (insieme a tanti altri); inoltre i registi Phil Lord e Christopher Miller, autori di Piovono polpette, sono una garanzia.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

Sfuma nel dolore e nella tragedia, al contrario, Lone Survivor (in uscita il 20 febbraio), dramma bellico in cui i Navy Seal Mark Wahlberg, Eric Bana, Emile Hirsch e Taylor Kitsch si trovano in pericolo di vita durante un missione afgana. Il regista Peter Berg ci racconta il suo film, tratto dalla terribile storia vera di un soldato sopravvissuto; e a tal proposito, noi stiliamo una lista di altre pattuglie eroiche del cinema, raccontate da autori come John Ford, Don Siegel e Quentin Tarantino.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

 

Il cinema in catene: come quelle che stringono i polsi di Solomon Northup/Chiwetel Eijofor, un uomo libero reso schiavo a inizio 800 e che ha raccontato la sua vicenda in un libro finalmente divenuto film, grazie a Steve McQueen. Parliamo di 12 anni schiavo (al cinema dal 20 febbraio): 9 nomination agli Oscar e un cast strepitoso (i padroni, ora ambigui ora crudeli, sono Paul Dano, Benedict Cumberbatch e soprattutto Michael Fassbender). Non è  il primo film a riflettere sullo schiavismo, imperante nelle narrazioni cinematografiche recenti: noi le raccontiamo e ne tracciamo un compendio.

 

La pellicola che prova a farci tornare il sorriso è invece Amori elementari, esordio di Sergio Basso con protagonista Cristiana Capotondi. L'attrice ci parla del suo personaggio – insegnante di pattinaggio artistico alle prese con le prime infatuazioni dei piccoli allievi – e della sua carriera passata e futura.

 

In tv, su Rai1 il 24 e il 25 febbraio, Claudio Santamaria si prepara a riportare in vita Alberto Manzi, che negli anni 60 con il suo inedito programma tv portò l'istruzione nelle case degli italiani. L'interprete ci racconta della fiction (Non è mai troppo tardi) e dei prossimi progetti (tra cui un film diretto da Ermanno Olmi).

La rubrica della lettura si apre con il nuovo romanzo di Hanif Kureishi, che si conferma sapido narratore della contemporaneità: in L'ultima parola (Bompiani) immerge il protagonista indiano, intellettuale antiterzomondista, nella campagna inglese, in una satira acida che ricorda un po' Wilde e un po' Henry James. Non poteva mancare, poi, la recensione di Doctor Sleep (Sperling & Kupfer) di Stephen King, in cui il re del brivido letterario fa tornare in scena, ormai adulto ma ugualmente tormentato dal suo dono (la "luccicanza"), il piccolo Danny di Shining, trasposto al cinema da Stanley Kubrick che ne fece indimenticabile capolavoro. Ma attenzione anche alle ultime uscite letterarie-cinematografiche: come Ciak, mi sposo! (Edizioni Giv) di Ilaria Floreano, perfetto manuale su come prepararsi (o meno) al matrimonio con una lista di film al riguardo.

Dominano l'home video i pestiferi tuttofare di Cattivissimo me 2 (Universal): sono i Minion, protagonisti, nell'uscita in dvd e Blu-ray del film, di tre cortometraggi a loro dedicati: ce ne parlano i registi Pierre Coffin e Chris Renaud insieme alla produttrice Janet Healy. Inoltre: in sala troneggia il fresco remake, ma il RoboCop originale di Paul Verhoeven ha ancora molte carte da giocare: date un'occhio alla Unrated director's cut (20th Fox Home Entertainment). E soprattutto da non farsi scappare il mastodontico dramma I fiori della guerra (Eagle) di Zhang Yimou, in Italia privato dell'uscita su grande schermo.

Il Telepass punta l'obiettivo sul nuovo talent show in onda, da mercoledì 26 febbraio su FoxLife Hd alle 21: è Project Runway Italia, in cui i quattro giudici Alberta Ferretti, Tomaso Trussardi, Ildo Damiano e Eva Herzigova si mettono in gioco per scovare il futuro talento della moda italiana.

Ancora non ci si rassegna alla tragica e improvvisa scomparsa del grandissimo Philip Seymour Hoffman: lo ricordiamo con la Locandina in regalo di una delle sue ultime interpretazioni, quella del padre-padrone-maestro Lancaster Dodd, protagonista (in coppia con Joaquin Phoenix) del film di Paul Thomas Anderson: The Master.