"The Unloved": suoni per bambini dimenticati

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

The Unloved,  di Samantha Morton – il trailer

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Se rimosso, visibile anche qui

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

The Unloved di Samantha MortonUna coppia al femminile interessante: l'attrice britannica Samantha Morton, volto angelico e ambiguo non nuovo a ruoli pericolosi, che si muove con personalità tra puntate nel cinema mainstream e una carriera di produzioni indipendenti (da Under the skin a Minority Report, da Mister Lonely a Control) e la musicista parigina Cécile Schott, ovvero Colleen, sperimentatrice di elettroacustica e musica concreta.

Le due hanno collaborato per il debutto alla regia della Morton, che avevamo annunciato lo scorso anno: The Unloved, duro ritratto di Lucy (Molly Windsor) undicenne in difficoltà tra abusi, una famiglia difficile (il padre è Robert Carlyle, la madre Susan Lynch) e la cecità del sistema di accoglienza minorile britannico.

La colonna sonora è composta in gran parte da brani del secondo album dell'artista francese, The Golden Morning Breaks (2005), capace di fondere suoni classici e moderni ispirandosi alle tradizioni musicali di più parti del mondo.Il film è solo in parte autobiografico, come racconta la Morton in una recente intervista rilasciata al Guardian: la sceneggiatura, scritta accanto a Tony Grisoni (Tideland e Paura e Delirio a Las Vegas) parte dall'impatto sulla Morton adolescente di alcune notizie di cronaca riguardo a baby prostitute poi assassinate e dal desiderio di raccontare le storie di minori in difficoltà, destinati ad essere rifiutati due volte: dalle famiglie e dalle istituzioni.Samantha Morton dirige Molly Windsor

Per il suo esordio la regista si è dichiarata ispirata da film come L'amico americano e L'uomo senza passato, "per il senso dello spazio e del tempo e la capacità di non forzare la storia verso direzioni troppo estreme".

The Unloved, presentato in anteprima mondiale a Maggio a Londra, fa parte di Britain's Forgotten Children (qui il trailer) un progetto di Channel4, mentre sul grande schermo è atteso a Settembre al Toronto International Film Festival.

 

 

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative