"Timeline", di Richard Donner

Il Donner regista – quello di “Arma letale”, di “Ladyhawke”, de “Il presagio” – ha ceduto al Donner produttore: l'occhio non appoggiato all'oculare della cinepresa scrutava evidentemente un futuro fatto di contratti distributivi in home video.

----------------------------
OPEN DAY, QUADRIENNALE E TRIENNALE DI CINEMA, PRENOTATI!

----------------------------

Difetta di coordinamento, di ritmo tra linee narrative – fondamentali in film che scorrono su piani temporali paralleli – l'adattamento del penultimo romanzo dello sfruttatissimo Michael Crichton: un errore che Richard Donner non aveva commesso in film come Ladyhawke. La storia di un archeologo proiettato – grazie alle applicazioni della fisica quantistica – indietro nel tempo di settecento anni, sulle cui tracce indaga il figlio ed il resto della sua squadra di studiosi del passato, aveva raccolto i consensi dei lettori di Crichton, desiderosi fin da subito di una trasposizione su pellicola, nonostante l'inevitabile confronto con tanti altri viaggi cinematografici nel tempo. Ma il problema principale è che, se tra le pagine di un romanzo, il doppio piano temporale ventunesimo/quattordicesimo secolo può funzionare, al cinema il rischio è che si possano creare due flussi narrativi paralleli che disturbano a vicenda il ritmo dell'azione; proprio ciò che è accaduto in Timeline, nel quale il Donner regista ha ceduto al Donner produttore: l'occhio non appoggiato all'oculare della cinepresa scrutava evidentemente un futuro fatto di contratti distributivi in home video.

----------------------------
CORSO ONLINE DIRECTOR’S CUT – AUTORI E STILI DI REGIA

----------------------------

Per questo o per altri motivi, il fatto è che Timeline non mantiene le promesse del suo trailer: rimane solo alla superficie del genere fantastico, come di quello storico o di quello d'azione. L'occhio buono di Donner, quello usato in Arma letale (ma, se vogliamo, anche nel lontano Il presagio) si nota in alcuni brevi inseguimenti a cavallo e, soprattutto, nelle immagini in notturna che riprendono l'assedio francese alle truppe inglesi, asserragliate in un castello e soggette ad una pioggia di pietre infuocate; dopodiché – senza bisogno di viaggiare nel tempo – non rimane altro che assecondare una storia prevedibile, vedere confermato un finale ipotizzato fin dall'inizio, e arrendersi di fronte al coronamento della puntuale storia d'amore che, pletoricamente, accompagna tutto il film.

----------------------------
CORSO ONLINE DI AIUTO REGIA E MOVIE MAGIC SCHEDULING

----------------------------

 


Titolo originale: Timeline


Regia: Richard Donner


Sceneggiatura: Jeff Maguire e George Nolfi, da un romanzo di Michael Crichton


Fotografia: Caleb Deschanel


Montaggio: Richard Marks


Musiche: Brian Tyler


Scenografia: Daniel T. Dorrance


Costumi: Jeanny Beavan


Interpreti: Paul Walker (Chris), Frances O'Connor (Kate), Gerard Butler (André Marek), Billy Connolly (Prof. Johnston), David Thewlis (Robert Doniger), Anna Friel (Lady Claire), Neal McDonough (Gordon), Ethan Embry (Stern)


Produzione: Richard Donner, Lauren Shuler Donner, Jim Van Wyck


Distribuzione: Eagle Pictures


Durata: 1h 56'


Origine: USA, 2003


 

--------------------------------------------------------------
IL N.13 DELLA RIVISTA CARTACEA BIMESTRALE DI SENTIERI SELVAGGI

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative