VENEZIA 68 – Alberto Grifi e Carmelo Bene: Orizzonti 1961-1978


Bella retrospettiva Orizzonti 1961-1978, dedicata al cinema italiano di ricerca anni ’60-’70,  appena annunciata dalla 68° Mostra di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011)

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

ANNA di Grifi e HERMITAGE di Carmelo Bene a Venezia 68

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

Anna di Alberto Grifi e Massimo Sarchielli, già presentato a Venezia nel '75 e oggi restaurato, clamorosa opera-esperienza di Grifi, figura poliedrica e aguzza, inventore del "vidigrafo" che nel '72 gli servì per trasferire le 11 ore di videoregistrazione, ridotte a quattro, su pellicola 16mm. Hermitage, "oggetto inclassificabile, 24’ di cinema/anticinema/metacinema" girato nel '67, definito dallo stesso Carmelo Bene una prova di obiettivi e filtri per l'immenso Nostra signora dei turchi.

Due titoli pionieri che fanno parte della bella retrospettiva Orizzonti 1961-1978, dedicata al cinema italiano di ricerca anni ’60-’70,  appena annunciata dalla 68° Mostra di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011).

Così il comunicato stampa ufficiale della Mostra sintetizza la scelta di quest'anno:
 

Nuove realtà si precisano all’orizzonte dell’universo cinematografico e, spesso, sfuggono a qualsiasi catalogazione: dalla durata (in)finita di I bambini di Golzow a brevissimi frammenti “rapiti” da Youtube o Myspace. In tale scenario di grande fluidità di immagini, grazie anche a una tecnologia digitale ormai alla portata di tutti, la sezione Orizzonti (nella sua recente riformulazione) si è proposta di mettere a confronto stili e sguardi tra i più diversi, opere che innovano con il tradizionale supporto di celluloide e sperimentazioni elettroniche-digitali.”
 

Nella selezione, curata da Curata da Enrico Magrelli, Domenico Monetti e Luca Pallanch, vedremo anche i lavori di Mario Schifano, Romano Scavolini, Paolo Brunatto, Augusto TrettiNato Frascà, Axel Rupp, Mario Garriba, Paolo Breccia e Nico D’Alessandria
 

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    VENEZIA 68 – Alberto Grifi e Carmelo Bene: Orizzonti 1961-1978


    Bella retrospettiva Orizzonti 1961-1978, dedicata al cinema italiano di ricerca anni ’60-’70,  appena annunciata dalla 68° Mostra di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011)

    -----------------------------------------------------------
    NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


    -----------------------------------------------------------

    ANNA di Grifi e HERMITAGE di Carmelo Bene a Venezia 68

    ----------------------------
    CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

    ----------------------------

    Anna di Alberto Grifi e Massimo Sarchielli, già presentato a Venezia nel '75 e oggi restaurato, clamorosa opera-esperienza di Grifi, figura poliedrica e aguzza, inventore del "vidigrafo" che nel '72 gli servì per trasferire le 11 ore di videoregistrazione, ridotte a quattro, su pellicola 16mm. Hermitage, "oggetto inclassificabile, 24’ di cinema/anticinema/metacinema" girato nel '67, definito dallo stesso Carmelo Bene una prova di obiettivi e filtri per l'immenso Nostra signora dei turchi.

    Due titoli pionieri che fanno parte della bella retrospettiva Orizzonti 1961-1978, dedicata al cinema italiano di ricerca anni ’60-’70,  appena annunciata dalla 68° Mostra di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011).

    Così il comunicato stampa ufficiale della Mostra sintetizza la scelta di quest'anno:
     

    Nuove realtà si precisano all’orizzonte dell’universo cinematografico e, spesso, sfuggono a qualsiasi catalogazione: dalla durata (in)finita di I bambini di Golzow a brevissimi frammenti “rapiti” da Youtube o Myspace. In tale scenario di grande fluidità di immagini, grazie anche a una tecnologia digitale ormai alla portata di tutti, la sezione Orizzonti (nella sua recente riformulazione) si è proposta di mettere a confronto stili e sguardi tra i più diversi, opere che innovano con il tradizionale supporto di celluloide e sperimentazioni elettroniche-digitali.”
     

    Nella selezione, curata da Curata da Enrico Magrelli, Domenico Monetti e Luca Pallanch, vedremo anche i lavori di Mario Schifano, Romano Scavolini, Paolo Brunatto, Augusto TrettiNato Frascà, Axel Rupp, Mario Garriba, Paolo Breccia e Nico D’Alessandria
     

    --------------------------------------------------------------
    Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

    --------------------------------------------------------------

      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

      Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative