VENEZIA 70: "Lenny Cooke" evento speciale alle "Giornate degli Autori"

Martedì 3 settembre alle 22.15 alla Sala Casinò

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

lenny cookeLa vita del più grande “loser” della storia del basket americano, Lenny Cooke, dei fratelli Joshua e Ben Safdie, inaugura lo scambio culturale tra le Giornate degli Autori e il Tribeca Film Festival. La rassegna internazionale di film indipendenti nata nel 2002 per volontà di Robert De Niro, a partire dalla prossima edizione, presenterà ogni anno un film europeo scelto dalle Giornate in anteprima internazionale al pubblico di New York  e, a sua volta, sbarca per la prima volta a Venezia con un film statunitense, segnalato dal Tribeca, presentato come "evento speciale".

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

«Questo accordo – sottolinea Geoff Gilmore, direttore del Tribeca – ci permette di accendere un potente riflettore sui cineasti emergenti. I Fratelli Safdie sono autori di talento e rappresentano una voce forte del cinema indipendente americano. Esattamente il tipo di talento che vogliamo promuovere a Venezia».

Lenny Cooke, primo lungometraggio dei fratelli Safdie – conosciuti già per Daddy Longlegs presentato a Cannes e vincitore di un Gotham Award e un Independent Spirit Award – indaga i motivi per cui  il giocatore di pallacanestro più quotato tra i partecipanti ai tornei delle high school statunitensi del 2001, con una valutazione superiore a futuri campioni del calibro di LeBron James e destinato a diventare la nuova stella del basket americano, non abbia mai giocato un solo minuto nella NBA. 

Sarà proiettato, in anteprima internazionale, come evento speciale, martedì 3 settembre alle ore 22.15 in Sala Casinò.

“La storia di Lenny – spiegano i fratelli Safdie – è una di quelle per cui ti fai delle domande sul destino, sulla passione, sul sogno americano e su cosa accada quando questo sogno appare reale prima ancora di compiersi veramente. Nel mondo post moderno ci sono innumerevoli Lenny Cooke, sono circondati da persone sbagliate, sono trattati come quelle azioni in borsa che vengono gonfiate per poi crollare".

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Un commento

    • Salve, sono una giovane ricercatrice in cinema (fortunatamente scappata dall'italia qualche tempo fa, e leggendo quasto articolo dico:per fortuna!)e sto scrivendo da un anno una tesi sull'opera cinematografica dei fratelli Safdie. Provo disgusto e ribrezzo nel constatare con quanta approssimazione e leggerezza l'autore di questo articolo definisca "Lenny Cooke" come il primo lungometraggio dei fratelli Safdie. Trovo vergognoso che una persona sia pagata per scrivere un articolo contenente informazioni false, ed é ancor più vergognoso che questo articolo sia stato accettato per la pubblicazione senza alcuna verifica. Si punta a dare un'impressione di verità inserendo citazioni random, piuttosto che preoccuparsi dell'effettiva veridicità dei fatti, dando per scontato che si stia scrivendo per un lettorato di deficienti, che tanto non ne sanno niente del cinema dei Safdie perché nessun loro film é uscito nelle sale italiane. Che schifo.