#Cannes2017 – Good Time. Incontro con Josh e Benny Safdie e Robert Pattinson

Incontro con Josh e Benny Safdie, registi di Good Time, in concorso a #Cannes2017. Nel cast, oltre allo stesso Benny, Robert Pattinson nel ruolo del protagonista. Nella soundtrack anche Iggy Pop

Josh e Benny Safdie presentano Good Time, un crime-drama con protagonista Robert Pattinson e lo stesso Benny Safdie. Due fratelli con la passione per l’illegalità: quando il primo viene arrestato a causa di una rapina, l’altro dovrà intraprendere un pericoloso viaggio per salvare il fratello. La coppia di registi, dopo Heaven Knows What, presentato alla 71esima Mostra di Venezia, ritorna in Francia nove anni dopo Daddy Longlegs, proiettato alla Quinzaine.

---------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA

---------------------------------------------------------------

Good Time era il titolo del progetto e abbiamo deciso di lasciarlo. Gli attori hanno ricevuto una biografia dettagliata dei loro personaggi e tutto quel bagaglio si è riversato nel qui e ora, ossia nel film, anche in maniera ossessiva.” Nel 2010 l’idea di un personaggio che non riesce ad esprimersi e che sente una voce estranea nella testa era già presente nel loro immaginario (sebbene la sceneggiatura sia stata scritta da Josh e da Roland Bronstein). Benny si era preparato ad un altro ruolo, poi posticipato, per il quale aveva dovuto mettere su peso. Inaspettatamente il cambiamento di look ha giovato anche al personaggio di Nick: “Tutto ciò che desidera è fare quello che vuole. Quando a questo aggiungi la prestanza fisica, allora diventa un uomo spaventoso e potenzialmente nocivo. È stato un processo speciale. Mi rivolgevo e rispondevo agli altri nei panni di Nick. Non appena qualcosa che lui non avrebbe detto o pensato mi balenava nella mente, la bloccavo subito. Josh chiese a Robert di scrivermi una lettera immaginando di essere davvero in prigione. E io risposi calandomi nel personaggio. Siamo andati avanti così per mesi e ci è stato molto utile nel costruire il loro strano rapporto.”

Robert Pattinson, visto di recente alla Berlinale in The Lost City Of Z, sembra avere un’agenda pienissima per il prossimo anno: Claire Denis, Antonio Campos, e un altro film con David Mitchell, e di certo gli impegni non gli sono mancati neppure in passato, eppure l’atmosfera di Good Time l’ha incuriosito fin da subito: “Per quanto lo script sia cambiato molto nel corso dei mesi, c’era sempre una sorta di voce che mi catturava…Per me la preparazione consiste nel passare molto tempo davanti alla sceneggiatura, senza forzare alcun collegamento. Abbiamo parlato del film per un anno, addirittura prima di girare. Sono arrivato a New York due mesi prima delle riprese e ho vissuto nei paraggi di Josh. Ero nervoso all’idea che il pubblico o i paparazzi sapessero del film e quindi rompessero quell’illusione. Ma abbiamo sperimentato con il trucco ed ha funzionato. Nessuno in città ha mai tirato fuori il telefono per scattare una foto, perfino quando ero in metro con una camera puntata addosso!

Autori della colonna sonora Oneohtrix Point Never alias Daniel Lopatin e Iggy Pop, anche se paroliere di un solo brano. Josh Safdie: “Io e Daniel ci siamo trovati fin da subito sul mondo di approcciarsi alla musica. Volevo qualcosa che incarnasse le emozioni del film e, nella mia totale incapacità, provavo di spiegargli che tipo di suoni cercassi. Mi ha aiutato moltissimo. Iggy Pop l’ho conosciuto solo virtualmente. È un poeta. Dopo aver visto il film, mi ha detto di aver buttato giù qualche verso…il risultato potete vederlo.”

 

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative