Educazione siberiana

Educazione siberiana

Titolo originale: Id.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Interpreti: John Malkovich, Arnas Fedaravicius, Vilius Tumalavicius, Peter Stormare, Eleanor Tomlinson, Jonas Trukanas, Vitalji Poršnev, Airida Gintautaite, Arvydas Lebeliunas, Daiva Stubraite, Jonas Cepulis, Riccardo Zinna

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Origine: Italia, 2013
Distribuzione: 01 Distribution
Durata: n.d.

Nella seconda metà degli anni Ottanta, a ridosso della caduta del Comunismo, in Transnistria, una regione dell'ex Unione Sovietica (attualmente nella Moldavia Occidentale), una comunità malavitosa di origine siberiana perpetua un proprio rigido codice d'onore, quello degli Urka, i "criminali onesti". Qui avviene la formazione umana e criminale di Kolima (Arnas Fedaravicius) e Gagarin (Vilius Tumalavicius), che il nonno Kuzja (John Malkovich – Red, Burn After Reading, Changeling, Un film parlato, Il tè nel deserto) alleva nel rispetto delle tradizioni e delle leggi degli Urka, mentre il mondo, fuori, si sta trasformando per sempre.

A partire dall'omonimo libro di Nicolai Lilin, Gabriele Salvatores (Happy Family, Come Dio comanda, Io non ho paura, Sud, Mediterraneo) ha realizzato il suo primo film in lingua inglese, girato quasi interamente a Vilnius, in Lituania, tra l'agosto 2011 e il febbraio 2012. Il romanzo di Lilin, sorpresa editoriale del 2009, tradotto in quattordici lingue, è stato adattato da Salvatores con i veterani Rulli e Petraglia (insieme: Romanzo di una strage, Mio fratello è figlio unico, Romanzo criminale, La meglio gioventù). Nel cast, formato per lo più da attori locali, spiccano le eccezioni di Peter Stormare (Lockout, Parnassus – L'uomo che voleva ingannare il diavolo, Minority Report, Dancer in the Dark, Fargo), Eleanor Tomlinson (Alice in Wonderland, La mia vita è un disastro, The Illusionist), oltre che di Malkovich. La fotografia è di Italo Petriccione, al fianco di Salvatores sin da Marrakech Express (1989).

(A.A.)

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"