“Giustizia privata”, di F. Gary Gray

giustizia privata di f. gary gray
Giustizia privata è la storia di uomo che mette la giustizia di fronte a se stessa e la costringe a fari i conti con la sua natura violenta. Il capolavoro di F. Gary Gray, un saggio di cinema e diritto dallo stile infuocato e inscritto nei canoni del thriller politico settantesco. Genere purissimo che ha come centro di gravità i corpi di un Jamie Foxx ai livelli di Collateral e di un Gerard Butler epicoatletico. O meglio, biblico-atletico
 
--------------------------------------------------------------
PORTA DI ACCESSO ALLE SPECIALIZZAZIONI: FILMMAKING, SCENEGGIATURA, POSTPRODUZIONE, CRITICA, RECITAZIONE

--------------------------------------------------------------
giustizia privata di f. gary grayLa trama e il titolo italiano di questo Law Abiding Citizen sembrano quelli di un film di Steven Seagal. Dopo il brutale assassinio di moglie e figlia, e il successivo patteggiamento di uno dei responsabili, il tranquillo ingegnere Clyde Shelton decide di farsi giustizia da solo seminando il panico per la città di Philadelphia. Alla fine si rivelerà ben più di un semplice padre di famiglia.
Grandioso Felix Gary Gray! A 41 anni, firma il suo capolavoro. Da proiettare in tutte le facoltà di giurisprudenza. E di cinema. La storia di uomo che mette la giustizia di fronte a se stessa e la costringe a fari i conti con la sua natura violenta. Saggio di cinema e diritto dallo stile infuocato e inscritto nei canoni del thriller politico settantesco. Con un ghigno degno di Spike Lee, Gray non perde mai di vista gli uomini e le motivazioni che li spingono. E non si tratta di impegno civile o denuncia sociale, ma di genere purissimo, solido e profondamente umanista. Ammirevole per come si scrolla di dosso la sceneggiatura di un Kurt Wimmer ossessionato dalla quadratura del cerchio. E per come riesce ad alternare esterni claustrofobici (il cimitero, il parcheggio e le continue plongée circolari della City Hall) a interni fin troppo “spaziosi” (la cella della prigione…). La macchina da presa di Gray ha quindi come centro di gravità i corpi: quello “cinema/musica” di Jamie Foxx (il finale è esplicativo, almeno per chi ha visto il troppo discreto Il solista di Joe Wright), ai livelli di Collateral, e un Gerard Butler che, sì, ogni tanto sbaglierà pure film (RocknRolla di Guy Ritchie e Gamer di Neveldine & Taylor su tutti) ma quando lo azzecca, gli basta stare seduto a petto nudo per produrre racconto.
Come al solito ricercatissima la colonna sonora, con brani di Bob Dylan, Slayer, The Who, Deftones e Grand Funk Railroad.
 
Titolo originale: Law Abiding Citizen
Regia: F. Gary Gray
Interpreti: Jamie Foxx, Gerard Butler, Colm Meaney, Bruce McGill, Leslie Bibb, Michael Irby, Gregory Itzin, Regina Hall
Distribuzione: Moviemax
Durata: 108’
Origine: Usa, 2009
----------------------------
AUTORI E STILI DI REGIA, UN CORSO ONLINE DELLA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI, DAL 27 FEBBRAIO

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Un commento

    • Ignoro il motivo per il quale vi siete tutti accaniti contro Rock 'n' Rolla…. Ad ogni modo,mi sembra una recensione un po' troppo passionale -secondo l'autore il film è addirittura da proiettare nelle facoltà di giurisprudenza..(!?!?) -, ma il film è sicuramente tra i migliori visti quest'anno.