Jimmy Bobo – Bullet to the Head

di Walter Hill

----------------------------
UNICINEMA – PIU' DI UN'UNIVERSITÀ, MEGLIO DI UNA SCUOLA DI CINEMA

----------------------------

--------------------------------------------------------------------
LA NUOVA SCUOLA DI DOCUMENTARIO DI SENTIERI SELVAGGI

--------------------------------------------------------------------
Jimmy Bobo - Bullet to the Head
----------------------------
CINEMA SUMMER SCHOOL – DAL 26 GIUGNO

----------------------------

Titolo originale: Bullet to the Head

Interpreti: Sylvester Stallone, Jason Momoa, Christian Slater, Sarah Shahi, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Sung Kang, Jon Seda, Marcus Lyle Brown, Brian Van Holt, Holt McCallany, Weronika Rosati, Don Yesso, Dominique DuVernay, Dane Rhodes, Don Tai, John L. Armijo, Andrew Breland, Darren Sumner

Origine: USA, 2013

Distribuzione: Buena Vista International

Durata: 97’

 

 

Jimmy Bobo (Sylvester Stallone – I mercenari I e II, John Rambo, Rocky Balboa) è un sicario vecchio stile: un dinosauro sopravvissuto all’estinzione. Dopo aver svolto l’ennesimo incarico, Jimmy aspetta in un bar, insieme al suo complice, che gli venga pagato il lavoro. Ma le aspettative concordate vengono disattese ed il complice viene ucciso da un mercenario senza scrupoli: Keegan (Jason Momoa – Conan the Barbarian), mandato lì proprio per eliminarli. Jimmy si ritira nella sua casa a New Orleans, dove vive la figlia Lisa (Sarah Shahi – Ma come fa a fare tutto?) , a curare le ferite e meditare vendetta. Lo aiuterà Taylor Kwon (Sung Kang – Fast & furious V, Fast & furious – Solo parti originali) un detective venuto da Washington D.C. per indagare sull’omicidio commesso da Jimmy. Costretti ovviamente a sopportarsi e a fare squadra i due metteranno in comune le loro diversissime abilità risalendo la catena dei mandanti fino ad un politico corrotto che ha sequestrato la figlia di Jimmy.

 

Sembra incredibile che Walter Hill abbia dovuto aspettare i settant’anni prima di girare con il giovane sessantasettenne Sylvester Stallone. Rette parallele, fin’ora, in un cinema che avrebbe potuto e dovuto dargli prima l’occasione di mostrarci le loro “convergenze parallele”. Il film è stato presentato in anteprima all’ultimo Festival di Roma dove a Walter Hill è stato assegnato il "Maverick Director Award".
 

(R.R.)
 

 

--------------------------------------------------------------
IL N.14 DELLA RIVISTA DI SENTIERI SELVAGGI

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative