Metamorphosis, di Michele Fasano

Al netto di qualche ingombrante vertigine filosofica, il film del regista è un composito affresco storico e culturale in bilico tra disegno animato e live action. E non teme di prendere posizione

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

A contare è il viaggio, non la destinazione. Fior fior di racconti, narrati su carta o su schermo, si basano su questo semplice assunto. È la base portante di ogni road-story che si rispetti – il fantomatico starter-pack diremmo oggi. E cuore pulsante anche del nuovo Metamorphosis di Michele Fasano, film d’animazione (e non solo), ispirato a La conferenza degli uccelli di Faris al-Din ‘Attar: storia dell’avventura compiuta da uno stormo di uccelli che, guidati da Upupa, volano verso la Montagna di Kafh con la speranza che il Re Simourgh, che ivi dimora, possa rispondere a tutte le loro domande.

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Circondati da un’atmosfera sognante, ai confini della realtà del proprio mondo, Upupa e i suoi compagni sono dunque chiamati ad attraversare le 7 Valli. Ma nel corso del loro lungo peregrinare, immersi tra le correnti d’aria di cieli tersi e burrascose tempeste, 4 membri del gruppo si distaccano momentaneamente dalla comitiva, per trasfigurarsi in altrettanti personaggi umani e raccontarne le vite. Conosciamo così Monika (Albania), Abdurrahman (Turchia), Jihad (Siria) e Susan (Israele). Uomini e donne dalle vite distinte, diversi l’uno dall’altra. (S)punti di partenza per riflessioni, metafore e approfondimenti filosofici vari. Animati – e accomunati – da un sentimento di reciproca tolleranza all’insegna della cosiddetta “religione dell’amore”.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Sostenuto da suggestive soluzioni stilistico-visive – che mescolano disegni a riprese live action grazie a un consapevole impiego di fantasiose transizioni – Fasano ci trasporta così in una migrazione fatta di intersezioni; planando delicatamente su paesaggi, mitologie, religioni e psicologie differenti e componendo un affresco storico e culturale fondato sulla celebrazione delle asimmetrie antropologiche che lo intelaiano, unita all’esaltazione della sovrapponibilità di vissuti remoti. E per tutti i suoi 116 minuti di durata – che avrebbero forse beneficiato di qualche taglio che meglio scandisse un ritmo talvolta annacquato dalle sue stesse digressioni – il regista saltella da un medium all’altro spinto da un costante desiderio di contaminazione, sfiorando più volte l’impianto favolistico-paradigmatico di certo cinema francese (Ocelot su tutti) e accarezzando al contempo tensioni documentaristiche complementari al discorso filmico impostato.

Un discorso che senza alcun dubbio gode della evidente trasversalità del proprio target di riferimento – data la possibilità di catturare e affascinare fasce di pubblico di età ed estrazione differente – e che, al netto di qualche vertigine filosofica di troppo (a tratti compiaciuti scioglilingua intellettuali dalla non scontata digeribilità), ha però il coraggio di prendere posizioni chiare su questioni di attuale rilevanza (il conflitto israelo-palestinese è l’esempio più evidente), senza lasciare che la bussola morale che ne orienta l’intera narrazione condizioni le sue possibilità di schieramento o le avveleni con del qualunquismo spicciolo.

 

Regia: Michele Fasano
Distribuzione: Distribuzione Indipendente
Durata: 106′
Origine: Italia, 2024

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.3
Sending
Il voto dei lettori
3 (1 voto)
--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *