MOVIEWEB – Rosso sangue: un duello a colpi di horror

Per gli amanti dell'horror internet è un vero e proprio paese della cuccagna. I siti dedicati all'argomento, nel cinema, nella letteratura, nel fumetto, sono tantissimi, a volte decisamente amatoriali, altre volte più pensati ed approfonditi. Tra quest'ultimi ci siamo imbattuti in due siti italiani dedicati essenzialmente al cinema, apparentemente simili ma in realtà d'impostazione e destinazione diverse: www.splattercontainer.com e www.horrortv.it. L'impatto grafico dell'home page è più o meno lo stesso: sfondo nero, caratteri bianchi e rosso (sangue) a profusione. Quel che va detto è che non sempre tale grafica favorisce la leggibilità, considerando anche che, per entrambi i siti, la grandezza dei caratteri è piuttosto ridotta. In termini di fruizione appare quindi preferibile la scelta adottata il più delle volte da "Horrortv": inserire gli articoli in riquadri di colore chiaro, utilizzando i caratteri neri.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

 A parte questo l'home page di www.splattercontainer.com si presenta più ordinata, con la suddivisione, tipica di una rivista online, in vari percorsi (recensioni, speciali, horror tv, dvd, racconti, links), una serie di news e collegamenti alle interviste, alle recensioni dei film più recenti, ai profili di alcuni autori, sino alla newsletter e alle opportunità di collaborazione da parte degli utenti. Il vero punto di forza del sito è l'accuratezza dell'aspetto informativo. La varietà delle notizie, la costante attenzione alle ultime novità fanno di "Splattercontainer" un vero must non solo per gli appassionati del genere ma anche per gli addetti ai lavori. Per quanto riguarda le recensioni ai film, la parte critica è ben curata e gli articoli abbastanza puntuali, con un linguaggio chiaro ma non banale. Un archivio raccoglie, in ordine alfabetico, i commenti ai più importanti film del genere (un motore di ricerca sarebbe l'ideale…). Il settore "interviste" è interessante ma forse andrebbe ampliato. Tra gli speciali da segnalare quelli su Michele Soavi e George A. Romero, l'analisi di MPD-Psycho, la serie Tv di Takashi Miike e l'ampio e interessante confronto tra Ringu di Hideo Nakata e il remake americano, The Ring di Gore Verbinski. Numerosi anche i links agli altri siti, non solo dedicati all'horror ma al cinema in generale e alla musica. Qualche appunto si può fare alle immagini. Numerose, è vero, ma sempre troppo piccole: non appesantiscono ulteriormente la velocità di navigazione ma una maggiore attenzione all'impatto estetico non guasterebbe (magari riducendone un po' la quantità). Si fa poi apprezzare l'iniziativa di accogliere i racconti spediti dai lettori ed in tal senso non dispiacerebbe uno sguardo più ampio su letteratura horror, fumetto, ecc. In definitiva "Splattercontainer" è un sito accattivante, aggiornatissimo, facilmente navigabile ma sicuramente da arricchire ulteriormente.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Diverso il discorso per www.horrortv.it, Seppur carente dal punto di vista informativo-giornalistico, il sito si distingue per l'assoluta fantasia dei curatori. Già l'home page fa uno strano effetto: le possibilità di navigazione che presenta sono talmente tante che si rischia di perdersi (la chiarezza e la semplicità sono un dono raro nella rete). Del resto il sito si presenta come un'incursione ne "l'insolito televisivo e cinematografico". E a dire il vero, i percorsi sono curiosi e stimolanti: ritratti di celebri attori horror, da Barbara Steele a Bela Lugosi e Boris Karloff, rubriche su registi come Dario Argento, Cronenberg e Roger Corman, presentazioni di personaggi "cult" come Freddy Kruger, Ze Do Caixao di Mojica Marins, finestre aperte sul B-movie (c'è pure la Fenech!) e la Science Fiction, sino a pagine dedicate all'Inquisizione e alle donne killers. E soprattutto una puntuale e aggiornata panoramica sulla programmazione televisiva dedicata all'horror. Un allegro caos, insomma, in cui si possono trovare alcune chicche, soprattutto tra le dichiarazioni di registi e attori. Interessanti anche le incursioni nel mondo dei telefilm, con pagine dedicate a serie come The Hunger, Ai confini della realtà e Carnivale. Per quanto riguarda le immagini, anche qui c'è tanta varietà, maggiore rispetto a "Splattercontainer", ma non sempre il formato e la definizione sono all'altezza di un sito di cinema. Da apprezzare comunque l'idea di inserire intere sequenze con le didascalie dei dialoghi. A pesare negativamente è invece l'assenza di un database e di un motore di ricerca. Ma il vero difetto di "Horrortv" è che alla varietà dell'offerta non sempre fa riscontro un approfondito punto di vista critico: molto spesso nel parlare di un film ci si limita alla semplice sinossi mentre il commento è sempre ridotto a poche battute. In definitiva "Splattercontainer" si lascia preferire per una maggior cura sia sul piano informativo che su quello critico mentre "Horrortv", puntando più sulla quantità che sulla qualità, sembra privilegiare un approccio da "fanzine", curioso, divertente ma abbastanza superficiale. Due siti che rispondono a logiche e obiettivi diversi e che di certo non esauriscono le modalità di affrontare l'argomento horror su internet. Ma niente "paura", torneremo a parlarne.


 


--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Siti italiani dedicati all'horror


www.horrormovie.it


www.occhirossi.it


www.horrormagazine.it


www.latelanera.it

www.scheletri.com