Selfiemania, di Colangelo, Senger-Weiss, Zaeyen, Pellini

Un film a episodi che vorrebbe essere una critica dell’uso distorto dello smartphone, ma che risulta involontariamente trash e amatoriale. I momenti migliori sono quelli in cui non si prende sul serio

La comparsa sul mercato e nelle nostre tasche dello smartphone è senza dubbio uno degli oggetti di uso comune che più di tutti ha impattato sulla nostra vita quotidiana. È un cambiamento epocale che ha modificato la percezione stessa della realtà e il modo con cui ci relazioniamo con gli altri. Selfiemania, film a episodi per la regia di Francesco Colangelo, Elly Senger-Weiss, Willem Zaeyen ed Elisabetta Pellini e in uscita in sala dal 7 ottobre, vorrebbe ragionare proprio su questa rivoluzione ancora in atto e che ci assorbe quotidianamente.

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

Un triangolo amoroso tra una blogger russa e un’imprenditrice italiana che si conclude con uno scontro a suon di dirette, una scampagnata in montagna con problemi di connessione, un ragazzo ossessionato da un influencer e, infine, un’anziana che trascura il marito per dedicarsi ai social network; queste le quattro storie che compongono questo mosaico che vorrebbe essere critico nei confronti della contemporaneità, ma che risulta involontariamente trash.

I diversi episodi mettono in fila racconti inconcludenti, con finali troncati e con una messa in scena che più che avere un rigoroso sapore amatoriale dà un’idea di inadeguatezza dei mezzi tecnici e artistici. Non aiuta nemmeno la presenza di due attori navigati come Giorgio Colangeli e Milena Vukotic, che recitano nel segmento ambientato in Italia e forse il più reazionario dei quattro, col quale ci si può sentire in sintonia forse solamente se tecnofobici.

Selfiemania è piacevole solamente quando non si illude di poter essere una critica acuta della società contemporanea, quando non si prende sul serio. Anche se quei rari casi sembrano più un triste incidente che una scelta umile e consapevole. Forse, allora, per far sì che il film possa dire qualcosa di interessante sulla contemporaneità in cui è immerso, bisognerebbe attendere e sperare che sia questa a dirci qualcosa di Selfiemania, magari trasformando qualcuna delle sue battute in ben più interessanti e divertenti meme.

-----------------------------------------------------------
DOCUSFERA film, incontri, masterclasss, workshop sul documentario italiano


-----------------------------------------------------------

Regia: Francesco Colangelo, Elly Senger-Weiss, Willem Zaeyen, Elisabetta Pellini
Interpreti: Milena Vukotic, Giorgio Colangeli, Caterina Murino, Andrea Roncato, Bianca Nappi, Alex Sparrow, Oleg Taktarov
Distribuzione: Stemo Distribuzione
Durata: 80′
Origine: Austria, Italia, Russia, USA, 2021

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
1

Il voto al film è a cura di Simone Emiliani

Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative