Succede, di Francesca Mazzoleni

La Mazzoleni supera il limite dalla scrittura sottostante e dona ai fatti filmici la caratteristica di evento, investito di quell’importanza che all’epoca adolescente sembrava unica e fondamentale

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

Meg (Margherita Morchio) ha due amici del cuore, Olly (Matilde Passera) e Tom (Matteo Oscar Giuggioli). Con loro condivide tutto, dalle giornate trascorse al lago alle nottate spese a guardare stelle dal terrazzo, invece di dormire. Intanto la scuola, l’eterno bisogno di essere riconosciuti, gente che arriva e gente che va. “A questa età non lo decidi, succede, non lo programmi, non sai quando, arriva e basta” dice Meg nel suo diario di parole registrate sul cellulare, e non di pagine e inchiostro. Quando si parla di adolescenza il verbo succede è perfetto per descrivere quegli strani esseri che tutti siamo stati. In preda a un mix di ormoni e totale incoscienza, eravamo in balia degli eventi; il futuro non si presentava come un dovere ma più come un tempo atmosferico, una nube informe e bellissima, colma e ricca di possibilità nascoste. Giorni che si susseguono nell’adolescenza, giorni su cui non hai alcun controllo, tutto è pancia e poca mente, e semplicemente le cose succedono.

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DOCUMENTARIO DAL 24 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Tratto dall’omonimo romanzo della youtuber Sofia Viscardi, Succede è l’opera prima di Francesca Mazzoleni, diplomata in Regia al romano Centro Sperimentale di Cinematografia. Ed ecco un teen movie italiano, genere che non ci appartiene fino in fondo, o comunque in modalità totalmente differenti rispetto a quelle statunitensi. Ultimamente abbiamo avuto Classe Z di Guido Chiesa che non riusciva però, a sviluppare i cambiamenti profondi dei suoi protagonisti e a spalmarli nella durata del film, proprio come succede nella realtà adolescenziale quando in un’ora e mezza o due si riusciva a mutare completamente, se accadevano le cose giuste. Forse non si vedeva un vero teen movie dai tempi di Come Te Nessuno Mai, così concentrato sugli umori pazzi e gli ormoni impazziti, sulla libertà urlata a tutti i costi e sulle improvvise e definitive prese di coscienza.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Pur soffrendo di eccessi glicemici, Come Te Nessuno Mai aveva qualcosa di unico, e forte della sua regia colpiva dritto al cuore, come una prima cotta. Le corse nella scuola occupata, e quelle nottate di sacchi a pelo, riprese dall’alto delle terrazze romane…Qualcosa di molto simile accade nell’opera prima della Mazzoleni. Certo, sono cambiati i tempi e il luogo, non si parla più di zecche, punk o parioli, e le note vocali di WhatsApp, insieme a Instagram e agli effetti Snapchat, riscrivono la sceneggiatura e il look stesso della messa in scena. Ma ritroviamo gli stessi istanti così pieni, e i rifugi silenziosi per porsi domande fondamentali (il museo nel film di Muccino, un planetario per Succede).

La giovane Mazzoleni pone nella regia la chiave di riuscita del film, caricando i momenti di una certa assolutezza. Rende le parole superflue, mette in  secondo piano la pretesa profondità di certe frasi, le esperienze dei protagonisti emergono e l’intimità delle riprese si fa più alta di ogni parola, come quella Milano notturna che si staglia coi suoi grattacieli. Lo sguardo straniero della regista inoltre, è assimilabile a quello di un adolescente, che ogni giorno vive la sua città, cambiandone la rappresentazione a seconda di ciò che prova. È innegabile che Succede paghi i danni di una storia alquanto piatta, di movimenti facili e azioni fin troppo ragionate, prevedibili fin da subito. Ma con una certa freschezza Francesca Mazzoleni supera questo limite, e dona ai fatti filmici la caratteristica degli eventi, restituendogli quell’estrema importanza di cui all’epoca ci sembravano (e in fondo erano) dotati.

Regia: Francesca Mazzoleni

Interpreti: Margherita Morchio, Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli, Brando Pacitto, Francesca Inaudi

Origine: Italia, 2018

Distribuzione: Warner Bros. Entertainment Italia

Durata: 94′

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative