VENEZIA 70 – 10ª Edizione delle Giornate degli Autori

Presentato a Roma il programma della 10ª Edizione delle Giornate degli Autori. Alla conferenza stampa, tenutasi alla Casa Del Cinema, hanno preso parte Roberto Barzanti, Presidente dell’Associazione Giornate degli Autori, Giorgio Gosetti, Delegato Generale, insiema a l'on. Gianni Pittella, Vicepresidente Vicario del Parlamento Europeo e l'on. Silvia Costa, relatrice al Parlamento Europeo per il programma Europa Creativa, per presentare i 3 finalisti del Premio LUX, premio per il Cinema del Parlamento Europeo.

 

Prima dell'inizio della conferenza vera e propria, la parola è stata ceduta al produttore cinematografico Angelo Barbagallo, che ha letto un comunicato stampa, firmato da tutte le Associazioni dell'Audivisivo, contro l'impedimento, da parte del Governo, dell'approvazione del rifinanziamento del Tax Credit. La parola è poi passata a Roberto Barzanti, che, riallacciandosi all'intervento di Barbagallo, ha affermato: “ Il decimo anno delle Giornate degli Autori ci trova in salute per quanto riguarda la voglia di fare, e, anche se la situazione non è molto solida dal punto di vista economico, ci muoveremo come se, al contrario, la condizione del cinema fosse ottimale o se i finanziamenti fossero sufficienti. Abbiamo voluto costruire un cinema di lotta e non di élite. Le Associazioni che diedero vita alle Giornate degli Autori, come l'ANAC, sono sempre state in prima per sostenere le nostre battaglie. Devo inoltre sottolineare come Terzetti e Cosetti abbaino sempre garantito autonomia nelle scelte attuate. Sono attenti registi di un equipe molto affiatata che ha reso le Giornate degli Autori fondamentali per il Festival di Venezia”.

 

Giorgio Cosetti si è invece concentrato ad illustrare i vari aspetti che concorrono alla realizzazione delle Giornate degli Autori, partendo dal manifesto ideato per questo decimo anniversario: “Il manifesto l'abbiamo scelto per prenderci un po' in giro. Accanto al leone che simboleggia il Festival di Venezia abbiamo scelto di accostare un elefante. La pioggia rappresenta tutte le difficoltà economiche, e non solo, che abbiamo dovuto affrontare in questi anni ma l'inserimento dell'arcobaleno è il simbolo della speranza che abbiano nei confronti del futuro. Non a caso abbiamo deciso di pre-aprire e chiudere le Giornate con due commedie, rispettivamente L'Arbitro di Paolo Zucca e Tres Bodas De Mas di Javier Ruiz Caldera. Inoltre crediamo che fare cultura serva a lasciare tracce di pensiero. Per questo, oltre al normale catalogo, abbiamo deciso di realizzare un catalogo per I-pad e Android in inglese e di coinvolgere la rete chiedendo di votare quello che per loro è il film del decennio. Con rammarico, per mancanza di fondi, abbiamo dovuto rinunciare alle Venice Nights e quindi chiudere una sezione per lo più dedicata al documentario italiano ma siamo fieri di annunciare uno scambio culturale con il Tribeca Film Festival ”.

 

Il discorso è poi tornato ai tagli alla cultura con l'intervento del Presidente dell'ANAC che ha affermato: “ Come Associazione degli Autori siamo costretti a riportare alla luce una realtà molto difficile. Da quando l'ANAC ha fondato le Giornate degli Autori, oltre alla parte spettacolare, abbiamo voluto istituire una sezione dedicata ai convegni incentrati sulla situazione del cinema. A Venezia sono in programma due convegni, legati tra di loro, e che riguardano, rispettivamente, la Rai e il rinnovo del contratto di servizio e il drammatico momento che sta vivendo il cinema in Italia. Chiediamo una politica dello Stato dedicata a questo settore. L'unico indizio costante dello Stato è stato quello dei tagli. Abbiamo visto attuare solo una politica di tagli dolorosi, generalizzati e spesso insensati. A Venezia occorrerà riorganizzare o rimuovere vecchi modelli, censire tutte le risorse pubbliche e aggredire tutti i grumi di posizioni di potere che hanno portato al silenzio tutte le voci fuori dagli schemi”.

 

La conferenza si è conclusa con gli interventi degli Onorevoli Gianni Pitelli e Silvia Costa che hanno ribadito l'importanza di una politica attenta alle esigenze dell'industria cinematografica per poi annunciare i titoli dei tre film finalisti del Premio LUX (Miele di Valeria Golino, The Broken Circle Breakdown di Felix Van Groeningen, The Selfish Giant di Clio Barnard ), premio per il Cinema del Parlamento Europeo, che saranno proiettati in tutti e ventotto i paesi membri dell'UE che prendono parte, per il quarto anno consecutivo, alle Giornate degli Autori.

 

La decima edizione delle Giornate degli Autori si svolgerà dal 28 agosto al 7 settembre, durante la 70ª Edizione della Mostra del Cinema di Venezia, e proporrà dodici film nella sezione ufficiale, tre eventi speciali, due corti del progetto Women's Tales, due proiezioni speciali per la pre-apertura e la chiusura. 

 

 

  

IL PROGRAMMA

 

SELEZIONE UFFICIALE

 

ALIENATION di Milko Lazarov – Opera prima

 

LA BELLE VIE di Jean Denizot – Opera prima

 

BETHLEHEM di Yuval Adler – Opera prima

 

GERONTOPHILIA di Bruce LaBruce

 

KHAWANA (TRAITORS) di Sean Gullette – Opera prima

 

KILL YOUR DARLINGS di John Krokidas – Opera prima

 

KOKSUZ (NOBODY´S HOME) di Deniz Akçay Kat?ks?z – Opera prima

 

MAY IN THE SUMMER di Cherien Dabis

 

LA MIA CLASSE di Daniele Gaglianone

 

LA RECONSTRUCCION di Juan Taratuto

 

RIGOR MORTIS di Juno Mak – Opera prima

 

SIDDHARTH di Richie Mehta

 

 

 

 PROGETTO WOMEN´S TALES 

 

THE DOOR di Ava DuVernay

 

LE DONNE DELLA VUCCIRIA di Hiam Abbass

 

 

 

EVENTI SPECIALI

 

JULIA di J. Jackie Baier – Opera prima

 

VENEZIA SALVA di Serena Nono

 

In accordo con Tribeca Film Festival

 

LENNY COOKE di Benny Safdie, Joshua Safdie

 

 

 

Pre-apertura – Proiezione Speciale

 

L´ARBITRO di Paolo Zucca – Opera prima

 

 

 

Film di chiusura – Proiezione speciale

 

TRES BODAS DE MAS di Javier Ruiz Caldera