Vincente Minnelli. La materialità del sogno, di Daniela Turco

Uno studio monografico sul regista dei sogni e maestro del musical è disponibile dal 10 marzo in libreria e online

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

Vincente Minnelli. La materialità del sogno di Daniela Turco, pubblicato dalle Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, è il nuovo volume della collana Le Torri che da sempre raccoglie i grandi autori della storia del cinema. Disponibile all’acquisto, in libreria e online dal 10 marzo, è uno studio monografico che riconosce Minnelli come autore che ha saputo tracciare nei suoi film il disegno del tempo, il colore dei segni e la magia dei sogni. Tre capitoli (“La vita al lavoro”, “La verità in pittura”, “Tre sequenze”), dove Daniela Turco ripercorre l’affascinante percorso cinematografico del maestro del musical. Esplorandone la vicenda artistica e l’universo poetico. Tra i più importanti registi della Hollywood classica e premio Oscar per Un americano a Parigi (1952) e Gigi (1959), Minnelli ha saputo coniugare il senso per lo spettacolo del cinema americano con lo spessore della cultura europea: un’intuizione che ha guidato sempre la sua opera, classica e allo stesso tempo popolare, che gli ha conferito una profonda coerenza di sguardo e uno stile senza pari, tra verità e sogno. “Per Minnelli – scrive Turco – lo spettacolo è vita, qualcosa che penetra dentro la vita, la scuote e la fa cambiare“. L’autrice approfondisce alcuni temi fondamentali dell’opera del regista, in forza per trent’anni alla MGM, sempre caratterizzata da una forte attitudine sperimentale: l’uso narrativo del colore, il dialogo con la storia dell’arte, la memoria del teatro come fonte d’ispirazione primaria, il ruolo essenziale del décor, le incrinature del tempo, le risonanze metalinguistiche, i riti di passaggio e le identità in divenire dei personaggi.

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI SCENEGGIATURA (IN PRESENZA) DAL 24 AL 28 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Daniela Turco è laureata in Storia dell’arte contemporanea. Collabora dal 1988 alla rivista “Filmcritica”; ha scritto per “NoiDonne”, “Fata Morgana”, “Filmparlato“. Ha pubblicato saggi in volumi monografici tra cui: Stanley Donen. Resistere all’evidenza (a cura di E. Bruno; Il Castoro, 1999), John Boorman. L’immagine smeraldo (a cura di E. Bruno e L. Esposito; Le Mani, 2005), Raoul Ruiz. Ruiz faber (a cura di E. Bruno; Minimum Fax, 2007). Per l’Enciclopedia del Cinema Treccani, ha curato diverse voci tra cui Chantal Akerman, Marco Bellocchio, Marguerite Duras e altri. Nel 2002, a sua cura è stato pubblicato Amos Gitai. Cinema forza di pace (Le Mani). Ha curato con altri il volume Senso come rischio. 60 anni di Filmcritica (Le Mani, 2010); nel 2016 ha curato il testo di Edoardo Bruno L’occhio probabilmente. Un percorso poetico-politico (manifestolibri).

 

 

Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo 2021, pp. 240

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative