BERLINALE 63 – Child's Pose, Orso d'Oro a Berlino. Trailer e foto

Child's Pose, di C?lin Peter Netzer, Orso d'Oro a Berlino. Il trailer

Ecco il trailer sottotitolato in inglese per Child's Pose, Orso d'Oro a Berlino, in uscita in patria dall'8 marzo. Storia del rapporto tra una madre e un figlio e di disparità tra classi sociali nella Romania contemporanea, diretta da C?lin Peter Netzer

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DOCUMENTARIO DAL 24 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

 

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Ecco il trailer sottotitolato in inglese per Child's Pose (Pozi?ia copilului – la recensione dalla 63° Berlinale) film vincitore dell'Orso d'Oro, assegnato dalla giuria guidata da Wong Kar-wai, in uscita in patria a partire dall'8 marzo.

Il regista rumeno C?lin Peter Netzer (nato nel '75, già autore di Maria nel 2003 e Medalia de onoare, presentato al Torino Film Festival nel 2009), anche autore della sceneggiatura – ben 126 pagine – insieme a Razvan Radulescu, ha raccontato in un'intervista di aver voluto realizzare un dramma psicologico centrato su una relazione quasi patologica tra madre e figlio, una situazione più probabile in una classe sociale privilegiata come quella ritratta nel film.

Child's Pose, di C?lin Peter Netzer, Orso d'Oro a Berlino. Il trailerAlla base della storia, che ritrae una donna abituata a sfruttare in ogni modo la sua posizione sociale pur di salvare le apparenze, c'è un sentimento di possessività da parte dei genitori nei confronti dei propri figli, molto forte nei paesi dell'ex blocco dell'est, aggiunge il regista, più frequente che in altri paesi, ad esempio in Germania, dove ha vissuto per dodici anni.

Cornelia, facoltoso architetto che cerca di corrompere dei testimoni e di comprare con il denaro il silenzio dei genitori di un ragazzino, investito e ucciso da suo figlio, adulto alla guida di un'auto in corsa, è interpretata da Luminita Gheorghiu (già in Storie e Il tempo dei lupi di Michael Haneke, ha lavorato per i più affermati cineasti rumeni emergenti di questi anni, dal Cristi Puiu di La morte del signor Lazarescu e Aurora al Corneliu Porumboiu di  A est di Bucarest, fino al premiatissimo Cristian Mungiu di 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni e in Oltre le colline). Barbu è Bogdan Dumitrache, visto in La morte del signor Lazarescu e Loverboy di Catalin Mitulescu.

La "temperatura" di questa 63° Berlinale (tutti i premi) sembra confermare la vitalità del cinema rumeno: già durante la 60° edizione, un altro esponente di quella "nuova onda rumena" di cui si parla da qualche anno, Florin Serban, si era aggiudicato l'Orso d'Argento, con Eu cand vreau sa fluier, fluier.
 

Nella nostra gallery, tutte le foto e il poster di Child's Pose.

 

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative