Botticelli e Firenze. La nascita della bellezza, di Marco Pianigiani

La carriera dell’artista raccontata attraverso il suo rapporto con Firenze e i Medici. Da qui nasce quell’ideale di bellezza che diventerà icona del Rinascimento. In sala da oggi al 30 novembre.

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

Nel saggio sulle Mitologie botticelliane, Ernst Gombrich ricordava come a fine ‘800 Rosenthal attribuisse la fama dell’arte di Botticelli alla sua natura enigmatica, alla grande ambiguità che le sue figure esprimono, a tal punto che possono essere interpretate in qualunque modo desideriamo. Quell’ideale di bellezza, che è diventato icona del Rinascimento, ripreso in tutto il mondo e declinato in forme e generi dei più vari, deve la sua fortuna ormai imperitura all’impossibilità per lo spettatore moderno di decifrare quei volti, quelle espressioni ed elementi che nel contesto di allora apparivano probabilmente chiari. Avvicinarsi a Botticelli senza prendere in considerazione la Firenze di Lorenzo de’ Medici e la cerchia di intellettuali neoplatonici che vi gravitava intorno non avrebbe molto senso. Il documentario diretto da Marco Pianigiani, ideato e scritto da Francesca Priori, sceglie proprio questa chiave di lettura dando il via alla narrazione con l’evento che segnerà la fine di un’epoca: la morte del Magnifico. Sintesi di questo legame così profondo è l’Adorazione dei Magi dipinta per i Lami: i Magi non sono quelli tradizionali, barbuti con i turbanti o le corone, ma vi si riconoscono i ritratti dei Medici. Accanto a loro Angelo Poliziano, che abbraccia Giuliano, e il celebre autoritratto di Botticelli in primo piano sulla destra: gli umanisti vengono rappresentati come personaggi di famiglia, con estrema intimità, quasi fossero alla pari. È uno specchio della società e della cultura del tempo che dà la misura concreta di questo rapporto.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

Botticelli sarà da sempre vicino ai Medici elaborando una propria iconografia e diventando loro narratore. La voce di Jasmine Trinca ripercorre la carriera dell’artista, dall’esordio pubblico nel 1470 quando realizza una pala con la Fortezza per il Tribunale della Mercanzia. La commissione, che inizialmente era stata pensata per Verrocchio e poi viene eseguita dai Pollaiolo, che realizzano sei su sette Virtù, arriva a Botticelli grazie all’amicizia con Tommaso Soderini, fidatissimo sodale di Piero di Cosimo de’ Medici, il Gottoso. Dopo la congiura dei Pazzi in cui Giuliano viene ucciso, come segno rappacificatore tra i Medici e Sisto IV, che aveva sostenuto il complotto, Lorenzo manda a Roma i suoi migliori pittori ad affrescare la cappella Sistina: Ghirlandaio, Cosimo Rosselli e, appunto, Botticelli (nel documentario viene nominato anche Perugino, che in realtà era già stato chiamato dal papa due anni prima ad affrescare l’abside della cappella dell’Immacolata Concezione in San Pietro). Il documentario non tralascia ovviamente di parlare dei soggetti mitologici e di Savonarola, però dedica spazio anche alla ritrattistica, genere molto prolifico per l’artista, e al disegno, con la colossale serie sulla Divina Commedia. Le opere di Botticelli vengono messe in primo piano, con uno sfondo nero che fa apprezzare ancora di più la bellezza compositiva, la cura formale e l’originalità delle invenzioni. È un invito ad andare a vedere dal vivo queste opere, che sono testi aperti pronti ad accogliere nuove suggestioni e interpretazioni.

Regia: Marco Pianigiani
Voce: Jasmine Trinca
Distribuzione: Nexo Digital
Durata: 90’
Origine: Italia, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.9
Sending
Il voto dei lettori
2.75 (4 voti)
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative